Foto della settimana

Foto della settimana
Circus Ohlala 2019 (CH)

03 marzo 2022

CIRQUE STARLIGHT (CH): Lo spettacolo "Limbes"

A due anni dall'ultima tournée il Cirque Starlight (CH) sta per tornare in tournée: lo farà con un nuovo spettacolo dal titolo "Limbes", che debutterà a Porrentruy il prossimo 18 marzo 2022. Lo show è diretto da Christopher D. Gasser, membro della famiglia Gasser, proprietaria del complesso.

Sul sito ufficiale del Cirque Starlight troviamo una presentazione dello show che debutterà tra alcune settimane, scritta anche dal regista e da noi tradotta:
Un universo di tele grigie e fumo. Sembra un crepuscolo. Tutto è tranquillo. Siamo nel limbo. Nel regno dell'oblio. Quelli che vivono qui non possono aiutarci perché non sanno più da dove vengono e chi sono. Sono diventati strane creature, vaganti, ingenue e simpatiche, in eterna attesa.

Un giorno, una giovane ragazza scopre questo posto. Ha dimenticato tutto, anche la capacità di parlare. Tutto quello che sa è che il suo posto non è lì. Deve scappare. Persone sempre più strane vorranno aiutarla. Ma può fidarsi di loro? Dove possiamo trovare la chiave in un mondo dove le storie e i ricordi ci sfuggono? La verità ha ancora senso quando il nostro inconscio gioca con l'immaginario, quando sogno e realtà si fondono?
In questa nuova creazione del Cirque Starlight, sulla pista o nell'aria, con i loro volti nascosti sotto una maschera larvale o esposti alla luce dei riflettori, al suono di melodie ammalianti, una ventina di artisti combinano la forza della loro performance fisica con la poesia della danza, il potere evocativo del mimo e l'espressione del teatro, per trasportarvi lontano da qui, eppure così vicino a noi, per il tempo necessario ad attraversare "Limbes".

Quando ho scoperto le maschere larvali durante i miei studi alla scuola Jacques Lecoq di Parigi, non sapevo ancora che erano originarie della Svizzera e che si infiammano nelle strade di Basilea durante il Carnevale. Le maschere larvali sono maschere che sono utilizzate in una fase non finita della loro decorazione o espressività. Ho capito subito che un giorno avrei lavorato con loro, ma dovevo trovare un mondo che corrispondesse a loro. Le maschere sono ingenue, innocenti, sembrano persi, ma questo non è un problema per loro.
Noi, invece, come esseri umani, abbiamo paura di essere persi. Abbiamo paura di perderci nella foresta, paura di perderci nella vita. La paura è un'emozione molto sgradevole e siamo costantemente alla ricerca di rassicurazioni. Per questo ho immaginato un limbo, dove tutti sono persi, senza che sia la fine del mondo. La vita continua. Perché spesso è la paura di perdersi che paralizza. Quando si è veramente persi, si cerca la propria strada. Cominciate ad agire, e spesso è quando si smette di cercare che appare una soluzione.

Naturalmente, tutto questo è più facile a dirsi che a farsi. Vi offro questo spettacolo affinché, attraverso il viaggio degli artisti sulla pista da ballo e nell'aria, ognuno di noi abbia l'opportunità di vedere pezzi del proprio percorso riecheggiare, uniti in un coro sotto il tendone. Come membro della quinta generazione di una famiglia circense mi è caro rendere omaggio alla tradizione, al "circo tradizionale", mescolando allo stesso tempo la mia sensibilità e la mia esperienza delle pratiche contemporanee.
In foto alcune immagini delle prove dello spettacolo in scena in queste settimane, da cui possiamo confermare che fa parte del cast anche l'amico Victor Rossi.

Foto:
Cirque Starlight
Victor Rossi

Nessun commento: