CE LA FAREMO!!

CE LA FAREMO!!
In un momento come questo dobbiamo essere tutti uniti...Forza! Ce la faremo!

mercoledì 8 aprile 2020

#STIAMOACASA: Galleria fotografica "Magnifico Acquatico Zoppis" (Como 2013)

#stiamoacasa: sotto questo motto vi riproponiamo vecchie gallerie, vecchi reportage o interviste, per tenerci compagnia tutti assieme durante questo periodo d'emergenza. Forza!
Solo Circo X Sempre pubblica per la prima volta una galleria fotografica di un circo italiano. Stiamo parlando del circo Magnifico Acquatico (Fam. Zoppis) che durante il mese di agosto 2013 si trovava nella città di Como.
Trovate questa e tutte le altre Gallerie di immagini pubblicate da Solo Circo X Sempre nella nostra pagina "Gallerie fotografiche", in alto al nostro sito oppure cliccando QUI !!

AUSTRIA: Circhi fermi almeno fino a luglio

30 Hochwertige Austria Flag Video-Clips und Filmmaterial - Getty ...
Il governo austriaco ha comunicato che da dopo Pasqua, ovvero dalla prossima settimana, ricominceranno a riaprire i commerci ed i ristoranti, a tappe e con grandi limitazioni.

Tanti si chiedono invece cosa ne sarà degli eventi e delle manifestazioni, tra cui il mondo circense. Sembra che il divieto di manifestazioni rimanga ancora in vigore, almeno fino a fine giugno. Tutti fermi dunque, attualmente, almeno fino all'inizio del mese di luglio!

martedì 7 aprile 2020

CIRQUE DU SOLEIL: L'inizio della fine? Ma le prevendite continuano!

Le Cirque du Soleil - Le Circassien
Il Coronavirus sta mettendo in ginocchio la sanità e l'economia mondiale: tra di essi una grande impresa quale il Cirque du Soleil rischia di trovarsi indebitata a tal punto da dover dichiarare il fallimento. Questo è quanto ipotizzano alcuni articoli online, tra cui Bloomberg, illustre multinazionale attiva nel settore dei media. 

Sembra che il Cirque abbia accumulato quasi un miliardo di dollari di debito e nelle ultime settimane, causa la cancellazione di tutti gli spettacoli in programma, abbia licenziato 4 mila dipendenti (dunque circa l'80% del totale). Oltre alla mancanza di liquidità per far fronte ai debiti, ora si presenta anche la problematica legata al rimborso dei biglietti per gli show annullati.

In aiuto al Cirque du Soleil, già in mano a fondi internazionali, stanno accorrendo le istituzioni canadesi, che in qualche modo molto probabilmente lo salveranno dal tracollo...almeno si spera.

Nel frattempo il Cirque ha comunicato le nuove date di Totem in Italia, che avrebbe dovuto essere in scena in questi mesi a Roma e Milano. Totem sarà a Roma dal 15 marzo al 17 aprile 2021 e a Milano dal 5 maggio al 20 giugno 2021.

Nel frattempo rimangono aperte tutte le date per l'autunno, comprese le prevendite, per tutti gli spettacoli in tournée. Tra di esse sono al momento confermate anche le date di Kooza a Zurigo (4-27 settembre) e di Crystal a Losanna (9-13 settembre).
Nel frattempo il tendone di Totem a Monaco di Baviera viene smontato...

lunedì 6 aprile 2020

ONLINE CIRCUS FESTIVAL: Al via la prima edizione

È partito oggi il primo Online Circus Festival, in scena grazie a un'idea di Dmitry Chernov.

Da oggi, lunedì 6 aprile 2020, fino al prossimo 17 aprile gli artisti che lo vorranno potranno partecipare al Festival online pubblicando un video della propria esibizione su Youtube. Il prossimo 18 aprile 2020 verranno annunciati i 100 artisti scelti per gareggiare alla kermesse.

Nel video seguente, pubblicato oggi a mezzogiorno e che apre ufficialmente il Festival, tutte le informazioni necessarie.

domenica 5 aprile 2020

#STIAMOACASA: Intervista a David Larible (2016)

Come anticipato ieri, da oggi Solo Circo X Sempre vi offrirà, di tanto in tanto, vecchie "perle" dal nostro archivio, da interviste a reportage, fino a gallerie fotografiche che vi riproporremo volentieri, il tutto sotto il motto #stiamoacasa! Buon divertimento!
David Larible, classe 1957, nasce in una famiglia circense italiana con origini francesi. Suo padre era trapezista e giocoliere, mentre David fa il suo primo ingresso in pista nel 1971. Negli anni è diventato il più famoso e applaudito clown del mondo (denominato il “Clown dei Clowns”), famoso grazie alle tournée dei suoi “one-man-show” oltre che agli spettacoli con grandi complessi internazionali quali Knie, Roncalli e Ringling Bros and Barnum & Bailey, solo per citarne alcuni. Comico, cantante e maestro nell’emozionare il pubblico, è stato il terzo clown, dopo Charlie Rivel e Oleg Popov, a vincere il clown d’oro al Festival internazionale del Circo di Monte-Carlo.

Ciao David, grazie per la tua disponibilità. Iniziamo con le domande:
Quando e come mai hai deciso di diventare un clown?
Non è la persona che sceglie il clown, è il clown che sceglie le persone. La persona ce l’ha dentro e sente di poter esprimere qualcosa in questo modo, un po’ come chi lo fa scrivendo, danzando, suonando uno strumento o altro. Non è una scelta. È stata una cosa naturale che avevo dentro fin da bambino: essendo nato in una famiglia circense ho avuto forse più facilità nel svilupparlo (David fa parte della 7° generazione della sua famiglia). Quando ho scelto questo lavoro ho sentito di poter trasmettere qualcosa alla gente, quel qualcosa sono i sorrisi e la spensieratezza, delle emozioni che trasmetto ancora oggi e quando ci riesco so di aver dato un piccolo contributo a qualcuno.

Come nasce e si sviluppa il tuo personaggio?
Secondo me il personaggio evolve. Quando ho iniziato probabilmente il mio personaggio non era cosi, poi piano piano prende forma, l’artista evolve e ricerca, sperimenta e soprattutto sente quali sono le cose più congeniali, le cose più naturali, le espressioni e i gesti più consoni al personaggio. È un lavoro di ricerca costante che non ha mai fine, anche io continuo ogni giorno a sperimentare e cercare di perfezionarmi, d'altronde anche Leonardo Da Vinci se potesse ridipingere oggi la Gioconda credo farebbe alcuni ritocchi. Alla fine è il pubblico che ti da le risposte, è lui che ti dice se stai facendo un buon lavoro oppure no. Lo vedi dalle reazioni, dalle espressioni, dagli sguardi, dai sorrisi della gente durante lo spettacolo.
La stagione si avvia alla conclusione: cosa ti lascerà questa esperienza?
Una bella stagione, particolare e diversa confronto al 2014: quest’anno ho scritto io lo spettacolo, che è uno spettacolo di alto livello ma è riuscito a non essere solo una presentazione di grandi numeri, bensì ha un filo conduttore e si può davvero chiamare spettacolo. Siamo molto contenti dei risultati, di come siamo riusciti ad amalgamare i vari numeri uno con l’altro e di aver prodotto uno show unico.

Cosa possiamo anticipare al pubblico ticinese riguardo lo spettacolo 2016 del Circo Knie?
Lo spettacolo si chiama “Smile” e la missione è far sorridere, ma non solo. Porta questo nome anche in onore di Charlie Chaplin, mio mentore: Smile è infatti una canzone di Chaplin, cantata da parte mia durante lo spettacolo. Abbiamo cercato di lavorare in maniera chapliniana alternando momenti di risate spontanee ad altri momenti di forti emozioni: in due ore e mezza di spettacolo si elargisce davvero una vasta gamma di emozioni.

Tu hai lavorato quasi in tutto il mondo: ci sono differenze nel pubblico tra un paese e l’altro? Modi diversi di reagire e di sorridere?
Il pubblico è sempre diverso, non solo dall’Italia alla Svizzera, è diverso tra Ginevra e Zurigo, è diverso tra Bellinzona e Lugano. Ci sono addirittura differenze nella stessa piazza: ogni spettacolo ha il proprio pubblico ed è impossibile fare dei paragoni. Per come lo vedo io il pubblico è unico ed è impossibile trovarne uno uguale all’altro, le persone creano un cocktail che non sarà mai uguale e non sarà mai ripetibile.
Il mondo del circo si trova in crisi: qualche consiglio o considerazione da esperto circense?
Bisogna assolutamente dire che dipende di che Circo si parla: il Knie, per esempio, non conosce crisi. In generale però la crisi che il mondo circense sta vivendo è purtroppo una conseguenza di politiche sbagliate del passato, ma non voglio dilungarmi. Ricordiamo però che il circo non è aiutato né sovvenzionato dallo Stato: a differenza di altre arti come il balletto, l’opera o il cinema, vive solo delle proprie forze. Una cosa strana la troviamo quando i governi aiutano le scuole di circo e non i circhi, questo è di un assurdo sfrontato. Tu crei e sovvenzioni scuole che sfornano giovani artisti, artisti che non avranno però un posto dove poter lavorare.

Per chi si fosse perso la tua magia al Circo Knie, dove e quando potrà vedere David nel prossimo futuro?
Il 20 novembre 2016 finisco la tournée con il Circo Knie a Lugano e poi sarò impegnato con un mio workshop a Noventa di Piave (I) dal 25 al 27 novembre. Mi esibirò in seguito a Stuttgart (D) presso il Welt Weihnachtscircus dall’8 dicembre 2016 all’8 gennaio 2017, mentre l’anno prossimo sarò presente a Francoforte in un teatro varietà. Da febbraio partirà il mio tour mondiale che si protrarrà fino a novembre, senza purtroppo tappe in Svizzera: non siamo riusciti a far combaciare alcune date e, visto che pure il mio spettacolo non è sovvenzionato ma vive unicamente delle proprie forze e del pubblico, abbiamo dovuto fare delle scelte.

David Larible, con una grande carriera alle spalle, ha ancora dei sogni nel cassetto? 
C’è sempre un sogno nel cassetto: non si smette di sognare perché si invecchia, ma si invecchia perché si smette di sognare. Io ho intenzione di rimanere giovane ancora tanto tempo e quindi continuo a sognare, sia in ambito professionale che nella vita privata. Finora devo dire che i sogni nel cassetto che avevo sono riuscito ad esaudirli tutti e questo mi ha reso molto felice.
Ringraziamo David Larbile per la disponibilità
e la gentilezza che ci ha concesso.

Immagini:
Circus Knie © Nicole Bökhaus

sabato 4 aprile 2020

#STIAMOACASA: Solo Circo X Sempre pesca dai suoi archivi

Solo Circo X Sempre
Teniamoci compagnia stando a casa: ormai questo è un po' il motto di tutto il mondo nelle ultime settimane. I circhi presentano i loro show sui social, le tv mandano in onda repliche, siti e aziende offrono a tutti degli abbonamenti gratuiti...e noi?

Noi, per tenervi quel poco di compagnia, abbiamo deciso di scavare nei nostri modesti "archivi" degli scorsi anni, riproponendo di tanto in tanto gallerie fotografiche, reportage, interviste o news degne di nota, il tutto sotto il motto #stiamoacasa!

Dunque appuntamento da domani, a scadenza irregolare durante le prossime settimane. Partiamo con un'intervista del 2016 che ci rende orgogliosi, effettuata con David Larible ai tempi della stagione svizzera al Circo Knie.

Buon divertimento!

venerdì 3 aprile 2020

CIRCUS RONCALLI (D): Tour riprogrammato

Anche il Circus Roncalli (D), come ben sapete, ha annullato il debutto previsto lo scorso 12 marzo 2020 a Recklinghausen.

La tournée, che avrebbe toccato anche Colonia, Düsseldorf, Ludwigsburg in Germania, nonché Vienna, Graz e Linz in Austria, è attualmente ferma. La direzione del circo Roncalli ha però riprogrammato il tour 2020 nel modo seguente, nella speranza che entro la fine di maggio sia tutto finito:
  • Düsseldorf: 28 maggio - 28 giugno 2020
  • Colonia: 2 luglio - 12 agosto 2020
  • Recklinghausen: 18 agosto - 6 settembre 2020
  • Vienna: 16 settembre - 11 ottobre 2020
  • Graz: 16 ottobre - 8 novembre 2020
  • Linz: 13 novembre - 6 dicembre 2020
Salta dunque la "pausa estiva" prevista in luglio, nonché la tappa a Ludwigsburg, annullata per recuperare Colonia e Recklinghausen, inizialmente previste durante la primavera.

Maggiori informazioni e prenotazioni su:

giovedì 2 aprile 2020

CIRCUS KNIE (CH): Joseph Stenz, colui che danza con il fuoco

Era il 20 febbraio quando il Circo nazionale svizzero Knie presentava la propria stagione 2020, in collaborazione con il complesso tedesco Flic Flac, pubblicando anche i nomi degli artisti che scenderanno in pista. Nel cast non figurava il nome di Joseph Stenz, artista svizzero originario del canton Grigioni, che è stato aggiunto al cast un po' in sordina in un secondo momento. 

Ma chi è Joseph Stenz? Come dicevamo, è un artista svizzero che da più di 20 anni si esibisce con il fuoco. Si è fatto conoscere al grande pubblico grazie ai programmi televisivi "Die Grössten Schweizer Talente" (finalista nel 2011), nonché allo show "Das Supertalent". Le trasmissioni, rispettivamente in onda in Svizzera e Germania, sono entrambe in stile "Got Talent".
Durante la sua esibizione, ci assicurano dal Circo Knie, gli spettatori sono invitati ad immergersi per un momento nel magico mondo del fuoco.

Per conoscere un po' meglio Joseph, oltre al video della sua esibizione televisiva pubblicato qui sopra, vi consigliamo di visitare il suo sito ufficiale:

---------------------------------------------------------
Il Circo Knie, come ben sapete, avrebbe debuttato lo scorso 19 marzo a Rapperswil, ma è fermo causa emergenza Coronavirus. Alla situazione attuale dovrebbe debuttare con la nuova stagione il prossimo 1° maggio 2020 da St. Gallen.

mercoledì 1 aprile 2020

NICOLE & MARTIN (CH): Cancellati 2 mesi di tournée

Nicole & Martin sono una compagnia svizzera di circo teatrale, con sede a Losone (in canton Ticino, nei pressi di Locarno), che annualmente parte in tournée di marzo a novembre in tutta l'Europa, con la propria "White Tent" che li contraddistingue.

Anche loro sono fermi a causa dell'emergenza Coronavirus e per questo hanno dovuto annullare due mesi di show, precisamente fino al 10 maggio 2020. Se tutto dovesse tornare alla normalità, la tournée debutterà il prossimo 13 maggio a Nidau (CH).

Due mesi fermi per una piccola compagnia come quella di Nicole & Martin fanno la differenza: la perdita stimata è di circa 50 mila euro. E allora aiutiamoli con una donazione! Trovate la possibilità di donare tramite Paypal o gli estremi bancari direttamente sul loro sito, alla seguente pagina web:


Chi sono Nicole & Martin? Solo Circo X Sempre ve lo aveva presentato in un reportage pubblicato lo scorso anno, che potete rivedere cliccando sul seguente link:

CIRQUE BOUFFON (D): Tenete i biglietti per le nuove date

L'immagine può contenere: 1 persona, primo piano, il seguente testo "des Cirque Bouffon ich habe eine sehr große Bitte an Euch. Bitte behaltet Eure Tickets und gebt sie nicht zurück. Wir bemühen uns um Ersatztermine, damit Ihr die bereits erworbenen Tickets später noch nutzen könnt. Nur Nur so werden wir die Krise überstehen und euch euch auch in Zukunft weiter begeistern können. Vielen lieben Dank für Eure Unterstützung. Herzliche Grüße und bitte bleibt gesund! Euer tredéric Zpperlin"
Avrebbe dovuto debuttare il 1° aprile 2020, ma come molti altri complessi si trova bloccato dall'emergenza Coronavirus. Stiamo parlando del Cirque Bouffon, compagnia tedesca di circo contemporaneo che avrebbe presentato il nuovo show dal titolo "Nandou". In giugno avrebbe poi debuttato lo spettacolo "LaFolia".

Un appello è stato lanciato tramite facebook da Frédéric Zipperlin, direttore della compagnia, per invitare chi avesse già comprato i biglietti per alcuni degli show a non richiedere il rimborso, bensì conservarli per delle nuove date. La compagnia e le città toccate stanno discutendo per trovare la migliore collocazione nel calendario dei prossimi mesi.

In questo modo la compagnia avrebbe quel minimo di liquidità per far fronte alle prossime settimane di crisi.