Foto della settimana

Foto della settimana
Circus Monti (CH) - Foto: Marcel Hutzli (www.circusdream.ch)

lunedì 1 giugno 2020

COMPAGNIA RONCALLI (D): Il "Drive-in live show"

Anche la compagnia tedesca Roncalli, ferma dopo l'annullamento di tutte le date tedesche del tour 2020, lancia la propria iniziativa di "Drive-in live show", spettacolo circense all'aperto gustato dagli spettatori all'interno delle proprie auto, come i vecchi cinema Drive-in di un tempo.

Sulla Schützenplatz di Hannover (D), piazza dove si svolgono le maggiori manifestazioni nella città tedesca, è stato istituito un Drive-in per diverse manifestazioni: da spettacoli a concerti, da cinema ad altre conferenze.

Tra esse appunto ci sarà anche uno spettacolo firmato Roncalli, per la precisione il 7 giugno 2020 alle ore 20.00. Gli artisti attualmente noti che vi prenderanno parte saranno i seguenti:
  • Anatoli Akermann: Clownerie
  • Duo Minasov: Trasformismo
  • Geraldine Philadelphia: Giocoleria con i cerchi
  • Cedeno Brothers: Giochi icariani
  • Jemile Martinez: Giocoleria con palloni

Lo stesso spettacolo di Roncalli sarà in scena anche a Mannheim il 28 giugno 2020, presso il Drive-in Carstival.

CIRQUE ARLETTE GRUSS (F): Tutti fermi a Sarthe

Come tutti gli spettacoli, anche i circhi sono fermi. Così inizia l'articolo del sito francese LCI, che riprende un servizio dell'emittente TF1 dedicata al Cirque Arlette Gruss.

La compagnia Arlette Gruss, che ripartirà in tournée i prossimo settembre con un nuovo show (maggiori informazioni QUI), ha dovuto bloccare il proprio tour 2019/2020 lo scorso marzo. Famiglia, artisti e operai si sono dovuti "rifugiare" a La Fontaine-Saint-Martin, nel dipartimento di Sarthe, regione nel centro-ovest della Francia, presso la proprietà della famiglia Gruss.

Ecco dunque un servizio in cui si illustra come passano le giornate i circensi francesi in questo periodo di lockdown.

domenica 31 maggio 2020

Quando il Circus Roncalli arrivò in Svizzera

Il Circus Roncalli (D) nel 2006 arrivò in Svizzera, precisamente a Zurigo, per la conclusione della propria stagione, grazie all'organizzazione di Himmel auf Erden. Fu la prima volta che la carovana Roncalli arrivò in Svizzera, esibendosi nei pressi del centro commerciale Glattzentrum di Wallisellen dal 31 ottobre al 9 dicembre 2006.

Grazie a Marcel Hutzli e al suo sito www.circusdream.ch, che nelle scorse settimane ci ha riproposto le immagini di 14 anni fa, ve le riproponiamo in parte anche noi su www.solocirco.net. Buona visione!
Tutte le foto, che sono più di un migliaio tra montaggio, smontaggio, ambiance, spettacolo, treno, ecc. le trovate sulla pagina Facebook di Circusdream, al seguente link:

sabato 30 maggio 2020

BARNUM & BAILEY CIRCUS: La tournée del 1902

Qualche giorno fa vi abbiamo presentato una foto del Barnum & Bailey Circus risalente al 1902, quando nel settembre di quell'anno arrivò a Winterthur, in Svizzera, con annesso articolo di giornale dell'epoca che lo descriveva. Potete rivedere foto e articolo al seguente link:

Grazie a Pierre Veyssilier siamo in grado di proporvi in foto la tournée completa dell'anno 1902 del Barnum & Bailey Circus che, agli inizi del '900, arrivò in Europa con il Greatest Show on Earth.

L'inizio del 1902 vide il Barnum & Bailey Circus a Parigi (F) presso la "Salle des Fetes", mentre la tournée vera e propria debuttò il 30 marzo da Lione. Quell'anno la carovana visitò diverse città in Francia e Svizzera, molte delle quali solo per uno o due giorni: vista l'impotente attrezzatura che si portavano appresso (12 chapiteau, per esempio), era qualcosa di eccezionale.

In Svizzera furono toccate le seguenti città:
  • Ginevra: 15-18 agosto 1902
  • Losanna: 19-20 agosto 1902
  • Freiburg: 21 agosto 1902
  • Biel: 22 agosto 1902
  • La Chaux-de-Fonds: 23-24 agosto 1902
  • Berna: 25-26 agosto 1902
  • Lucerna: 27 agosto 1902
  • Zurigo: 28-31 agosto 1902
  • San Gallo: 1-2 settembre 1902
  • Winterthur: 3 settembre 1902
  • Basilea: 5-7 settembre 1902

CIRCUS STEY (CH): Il nuovo chapiteau

Il Circus Stey (CH) gestito dall'omonima famiglia si trova a Volketswil, nel canton Zurigo, dallo scorso marzo, quando proprio nel paesino zurighese avrebbe dovuto debuttare con la nuova stagione.

La scorsa settimana è arrivato il nuovo chapiteau, che è stato montato qualche giorno fa e che potete vedere in foto. Il nuovo tendone bianco e rosso va a sostituire il precedente che era stato inaugurato meno di 10 anni fa.
La direzione del Circo Stey ha inoltre comunicato che la tournée dovrebbe finalmente partire, dopo le nuove disposizioni del Consiglio Federale. Non c'è ancora una data esatta, ma il debutto è previsto per giugno.
www.zirkus-stey.ch
Foto: Marcel Hutzli / Roland Stahel / Circus Stey

venerdì 29 maggio 2020

DANIMARCA: Tra chi apre e chi rinuncia


La Danimarca sta iniziando ad allentare le misure, ciò che permetterà anche ai circhi di iniziare con le rispettive tournée: ma non tutti hanno deciso di ripartire.

Le disposizioni sono infatti ferree, anche se più "larghe" rispetto ad altri paesi: massimo 500 spettatori, distanza sociale, disinfettante, maggiori ingressi per diminuire i possibili contatti, protezioni in plexiglas, ecc.

Oltre al Cirkus Arena, il più grande e famoso complesso danese, che ha già annunciato settimane fa l'annullamento del tour 2020, si accoda ora anche il Zirkus Nemo, un piccolo complesso di circo contemporaneo che sta riscuotendo un grande successo negli ultimi anni. La compagnia Nemo ha deciso di spostare tutte le date previste al prossimo anno, con debutto il 10 aprile 2021.

Ci sono invece altri complessi che partiranno: il Cirkus Baldoni, per esempio, debutterà il prossimo 6 giugno, mentre il Cirkus Arli ripartirà in tournée il 20 giugno. Il Cirkus Trapez sta invece valutando la situazione.

giovedì 28 maggio 2020

GALLISIMO


Si chiama "Gallisimo" ed è il nuovo St. Galler Weihnachtszirkus, ovvero il circo di Natale di San Gallo, città elvetica situata nel nord-ovest del paese.

Dietro a questo nuovo complesso circense invernale c'è la Stey Attraktionen GmbH, azienda che sta dietro al Circo Stey, già impegnati durante l'inverno con un altro spettacolo circense presso il centro commerciale Pilatus Markt di Kriens, nei pressi di Lucerna.

La prima edizione sarà in scena il prossimo inverno, ma è ancora noto alcun dettaglio.

CIRCUS MONTI (CH): Tournée 2020 annullata!

Il Circus Monti (CH) comunica di aver annullato la tournée 2020, che avrebbe dovuto debuttare il prossimo 7 agosto da Wohlen.

Nonostante le decisioni di ieri da parte del Consiglio Federale Svizzero (maggiori informazioni QUI) a riguardo dell'aumento del numero massimo di persone per manifestazioni su suolo elvetico (attualmente portato a 300, ma probabilmente in rialzo a partire da luglio), la famiglia Muntwyler, proprietaria del circo Monti, ha deciso di posticipare al 2021 l'intera tournée, con le seguenti motivazioni:

L'obiettivo finale è quello di creare un'esperienza unica e toccante al Circo Monti, la visita nel nostro chapiteau deve rimanere un'esperienza emozionale e dare piacere, senza restrizioni, senza regole di distanza e senza spazi vuoti nelle strutture della tenda. Il circo è e rimane un'esperienza dal vivo, che vive dell'interazione tra gli artisti e il pubblico. Non vogliamo scendere a compromessi al riguardo.

Anche se nelle prossime settimane gli artisti (se gli sarà permesso di entrare) dovrebbero arrivare a Wohlen per le prove, oggi nessuno può dire esattamente quali condizioni prevarranno all'inizio di agosto, quando inizierà il tour. Inoltre la sicurezza per il nostro personale e per gli artisti, così come per il nostro pubblico, è una delle nostre principali preoccupazioni: se qualcuno si infettasse, l'intera squadra potrebbe dover essere messa in quarantena, mentre le singole esibizioni o addirittura l'intera tournée annullata.

Le attuali restrizioni portano ad una massiccia riduzione dei posti a sedere a circa la metà del normale. Secondo l'attuale regolamentazione del Consiglio Federale, gli spettacoli nei teatri richiedono che un posto a sedere sia tenuto libero tra singoli gruppi di visitatori e raccomandano una distanza minima di un metro. Partendo dal presupposto che questi requisiti valgono anche per un tendone da circo, ignorare questa raccomandazione a scapito di un maggiore spazio non ci sembra molto sensato al momento attuale, oltre al fatto che la regola dei 2 metri di distanza rimane valida negli altri spazi. Il rischio finanziario in queste circostanze risulta dunque estremamente imprevedibile.

Per questi motivi, come detto, il Circus Monti non partirà in tournée quest'anno, posticipando il tutto al 2021 nelle stesse città e negli stessi periodi. Il debutto è dunque previsto per il 6 agosto 2021 sempre a Wohlen.

mercoledì 27 maggio 2020

SVIZZERA: Le nuove decisioni del Consiglio Federale

Era atteso per oggi e il "verdetto" è arrivato: ecco di seguito le nuove disposizioni del Consiglio Federale svizzero, che tra i vari allentamenti ha deciso per alcune regole che toccano anche il mondo circense, delle fiere e dei lunapark.

A partire dal 30 maggio 2020 il divieto di assembramenti sarà portato da 5 persone a 30. A partire dal 6 giugno potranno riaprire diverse attività quali parchi, zoo, eventi, ecc.

Le manifestazioni, campo che ci interessa maggiormente, potranno ripartire dal 6 giugno 2020 con un massimo di 300 persone, il tutto ovviamente correlato da distanza sociale e misure d'igiene accresciute. Il 24 giugno prossimo il Governo svizzero deciderà se aumentare le 300 persone, ma in qualsiasi caso gli eventi con più di 1'000 persone rimangono vietati fino ad almeno il 31 agosto.

Questo comporterà probabilmente la ripartenza di alcuni complessi circensi quali Harlekin, Stey e, in agosto (come previsto), Monti. Il Circo nazionale svizzero Knie sembra rimanga fermo almeno fino a settembre, ma attendiamo le singole decisioni nelle prossime ore, che saranno condivise su www.solocirco.net.

Il Quebec "salva" il Cirque du Soleil?

"Il Quebec (regione canadese) si impegna a sostenere il Cirque du Soleil con un importo massimo di 200 milioni di dollari"
L'accordo con i 3 principali azionisti arriva dopo l'appello del fondatore, Guy Laliberté, che vorrebbe riacquistare il Cirque du Soleil, da lui stesso ha fondato nel 1984. Il governo del Quebec sta venendo in soccorso del Cirque du Soleil, impegnandosi a prestare fino a 200 milioni di dollari USA per sostenere il gigante dello spettacolo dal vivo le cui operazioni rimangono paralizzate a causa della pandemia Covid-19.

Il ministro dell'Economia Pierre Fitzgibbon ha dichiarato che la provincia diventerà creditore della società in base a un accordo di principio tra Investissement Québec e i tre principali azionisti del Cirque: la Texas TPG Capital, la cinese Fosun e la Caisse de dépôt et placement, il fondo pensione del Quebec. Ma c'è di più: Fitzgibbon dichiara inoltre che il Quebec avrebbe anche la possibilità di acquistare il Cirque du Soleil nel caso in cui gli azionisti decidessero di vendere le loro partecipazioni! In cambio di un sostegno finanziario, la sede centrale dell'azienda deve rimanere nella provincia e i suoi dirigenti devono risiedervi.

L'annuncio del ministro è seguito da quello di Guy Laliberté, che ha comunicato di voler riacquistare la compagnia circense fondata 36 anni fa da lui stesso e che ha venduto per 1,5 miliardi di dollari nel 2015, dopo averla fatta crescere da una troupe di trampolieri e mangiafuoco, a un titano dell'intrattenimento globale.

La pandemia ha costretto Cirque, che ha un debito stimato in oltre 900 milioni di dollari negli USA, a cancellare tutti i suoi 44 spettacoli e a licenziare circa 4'700 dipendenti, pari al 95% della sua forza lavoro.

Fonte: CBC News
Traduzione: solocirco.net