Foto della settimana

Foto della settimana
Cirque de Noël de Bâle (CH) durante le scorse festività 2019/2020. Clicca sull'immagine per visualizzare la galleria fotografica completa!

giovedì 4 giugno 2009

REPORTAGE "NOCK-NOCKISSIMO 2009" !!

E’ sotto questo slogan che il Circo Nock concentra i suoi sforzi per la tournée 2009. Da sempre il Circo è stato definito un’avventura, ogni rappresentazione e ogni numero è un avvenimento, un momento magico e indimenticabile per lo spettatore.


Lo spettacolo 2009 presenta artisti di fama internazionale, animali eccezionali, un’illuminazione
all’avanguardia, musiche ritmate ed eseguite dal vivo, una coreografia originale. Le tendenze
attuali del circo moderno s’intrecciano a quelle del circo tradizionale spesso interpretate dalle
giovani generazioni Nock, facendo di ogni spettacolo un avvenimento indimenticabile che
affascina lo spettatore di ogni età. Sotto il classico tendone giallo e rosso, Nock si prende cura
dello spettatore: disciplina, audacia, ferocia, addestramento e risate, formano insieme la qualità dello
spettacolo.

“Nock-Nockissimo” è il bisogno dello spettatore di ricevere un intrattenimento
avvincente, vivendo piacere, tensione e buon umore sotto il tendone.
“Nock-Nockissimo” significa alto livello qualitativo nella scelta degli artisti, offrendo ogni giorno
un avvenimento di classe.
“Nock-Nockissimo” vuol dire concetto moderno dello show con l’appoggio di tecniche d’illuminazione all’avanguardia.
“Nock-Nockissimo” intende incentivare lo sviluppo con i media e dare il benvenuto ai visitatori
sul suo sito internet
www.nock.ch, ricco di foto e ulteriori dettagli.
“Nock-Nockissimo” è un susseguirsi di numeri collegati tra di loro in un turbinio di passaggi ed offre oltre due ore d’intrattenimento non stop.
Nock-Nockissimo” vuole farvi trascorrere, con il suo programma, momenti indimenticabili.
Buon divertimento
dunque con Nock-Nockissimo.


NOCK: 149 ANNI E ANCORA TANTA VOGLIA DI FARE CIRCO
La dinastia Nock festeggia quest’anno il 149° anno ma sembra che la voglia di fare Circo sia
passata di generazione in generazione con lo stesso entusiasmo dei primi anni. Il 14 Marzo con
la denominazione “Nock-Nockissimo” è partita la tourneè 2009 che si concluderà come sempre
a Lucerna il 1° novembre dopo aver piantato il suo chapiteau rotondo di
38 metri giallo e rosso
in 42 località della confederazione.
Anche quest’anno Alexandra Nock con il supporto di Eugene Chaplin ha messo insieme uno
spettacolo che prosegue sulla linea seguita nelle ultime edizioni : attenzione alle luci, buona
musica e numeri di buona qualità in un mix di animali-acrobazia-comicità.



E’ noto che, soprattutto negli ultimi anni, nella costruzione di uno spettacolo la parte piu’ difficile
è quella relativa alla clownerie. La famiglia Nock a questo aspetto ha attribuito sempre molta
importanza e, quest’anno la loro scelta si è posata su Cesar Diaz, un clown portoghese che si
presenta in un mix di comicità tradizionale e moderna.

Nel regno degli animali, Franziska Nock si presenta in tre momenti diversi. Innanzitutto un soffio
di eleganza è portato dalla libertà di sei cavalli andalusi e frisoni che eseguono classiche routine
singoli, in coppia, mix colori.



Successivamente con l’aiuto di Suzanne Chipperfield trasporta la fantasia del pubblico in oriente con un por-pourri di animali esotici composto da cammelli, zebre e lama ed infine un altro momento classico, questa volta su musiche spagnole, con l’alta scuola.
Nock mostra il suo indiscusso amore anche verso gli animali da sempre considerati più aggressivi quali tigri e leoni. Quest’anno presenta una coppia di addestratori tedeschi (Muderak) per la prima volta in territorio svizzero, anche se negli ultimi anni hanno costituito uno dei punti di forza di Circhi olandesi, francesi e tedeschi. Presentano in dolcezza un gruppo di leoni e
leonesse ed i vari trucchi del numero sono eseguiti in particolare da Yvonne che mostra una buona confidenza con gli animali. Una coppia di addestratori che ha ancora voglia di investire:
infatti oltre ai felini impegnati nello spettacolo hanno con sè anche cinque cuccioli di leone e una
giovane tigre che con gli inizi di agosto festeggiano il primo anno di età e, che già sono in fase di
allenamento per un prossimo debutto in pista. L’amore di questi addestratori verso i loro compagni di lavoro lo si puo’ toccare con mano anche visitando lo zoo ed ammirando i recinti dei felini, creati secondo le ultime regole europee.

Punta di diamante dello spettacolo è la troupe dei Danger Castilla, quattro artisti spagnoli e marocchini che fanno sul filo alto quello che per molti è impensabile. Le corse, i salti e le piramidi sul cavo d’acciaio a sei metri d’altezza fanno emozionare il pubblico svizzero, dopo aver meravigliato in questi ultimi anni quello tedesco (per sei anni sono stati la vedette del Circo Krone), italiano (Circo Moira Orfei), francese (Circo Pinder) e spagnolo (Circo Mundial).

E’ una storia d’amore alla corda verticale quella che
raccontano gli ucraini Duo Air Love atterrati in territorio elvetico dopo una stagione al circo francese Arlette Gruss.
L’atmosfera romantica che circonda la performance fa sembrare tutti i
passaggi semplici anche se così non sono.
E ancora in aria è possibile ammirare il numero
armonioso al trapezio di Natalya Kherts con varie piroette,cascate e prese per i talloni.

A terra invece il ritmo è definito dai salti e dalle piramidi umane degli otto componenti della
Tanger Troupe (Marocco) e dalle evoluzioni con gli hula hoop su musiche disco della russa
Nataliya.

Sempre dall’ Unione Sovietica arriva una giovanissima giocoliera in bouncing, Anna
Lebendeva, che fa rimbalzare sulla piattaforma fino a 7 palline. Un numero venduto in modo
molto accattivante da questa giovane artista che ha trascorso parte della sua giovinezza in Italia
essendo la figlia di uno dei componenti dei cosacchi sui cammelli Bellei che negli anni ’90 sono
stati punti di forza anche da Nock.



Il Trio Acrobatic Jazz, due ragazzi e una ragazza bielorussiucraini,
presentano una performance acrobatica in banchina su melodie jazz, creando un mix molto particolare, sottolineando l’abilità nell’eseguire salti mortali con arrivo sulle braccia del porteaur.

Un super-Nock che ci fa ben sperare sul 2010 quando si festeggeranno i 150 anni di questa dinastia. Auguri già da ora !

Fonti: Presse Stampa Nock 2009
Testo (per circo Nock): Massimo Malagoli
Adattato al Reportage (per Solo Circo X Sempre): Andy Eg

Questo e tutti gli altri Reportage sono visibili nella nostra pagina "Reportage", visualizzabile cliccando nella sezione "Pagine di Solo Circo X Sempre in alto nel nostro menù destro.

Nessun commento: