Foto della settimana

Foto della settimana
Cirque Arlette Gruss (F)

domenica 20 luglio 2014

- REPORTAGE "LE DISCIPLINE CIRCENSI": Equilibrismo!

Torniamo oggi con un nuovo Reportage della nostra serie estiva intitolata "Le discipline circensi". Trovate una pagina omonima interamente dedicata a questa serie estiva direttamente al seguente link:
Dopo tre Reportage passati tra clowns, comici e acrobati torniamo a parlarvi di altri acrobati, inseriti nella sezione "equilibrismo". L'equilibrista è quell'artista che svolge il suo numero stando in equilibrio su qualcosa, da un filo ad una pedana, fino ad un rullo (come il Rola-rola...vedi sotto). Potevamo inserire in questa sezione anche gli artisti che si cimentano nelle verticali (vedi Reportage della scorsa settimana - "acrobazie parte 2") ma abbiamo preferito inserirli nel Reportage sull'acrobazia.

In questo Reportage abbiamo inserito anche quei numeri in cui gli artisti sostengono in equilibrio degli oggetti, numeri che fanno parte dell'equilibrismo anche se non sono gli artisti ad essere in equilibrio.
Andiamo dunque a scoprire le diverse discipline:

  • Filo alto (d'acciaio): Questo è il numero equilibristico più famoso, dentro e fuori il tendone circense. Viene svolto da uno o più artisti su un filo d'acciaio situato molto in alto, solitamente teso fra due pali/antenne dello chapiteau. L'equilibrista che si cimenta in questo numero è chiamato funambolo e, oltre a camminare sul filo con o senza bilanciere, può cimentarsi in acrobazie come capriole in avanti e indietro. Alcune troupe eseguono esercizi con la sedia (posizionata sul filo con l'artista seduto o in piedi sulla stessa), attraversano il filo con delle apposite biciclette. Esistono alcuni gruppi in cui due artisti su bicicletta (posizionata sul filo d'acciaio) sostengono un palo orizzontale sopra cui c'è un altro artista in equilibrio (solitamente in piedi o con la sedia citata precedentemente). Il filo d'acciaio può essere posizionato anche ad una bassa altezza, con acrobazie più semplici in termini d'altezza e dunque meno rischiose.
    Al di fuori dell'ambito circense i più conosciuti funamboli sono Philippe Petit (di cui trovate un Reportage cliccando QUI!!) che si cimentò in attraversamenti su filo su grattacieli e monumenti. Citiamo anche lo svizzero Freddy Nock, già conosciuto grazie ad una stagione al Circo Knie e grazie ai suoi svariati Record mondiali, uno su tutti: la camminata in salita su un filo d'acciaio di una delle più alte teleferiche europee (vedi foto in alto).
  • Filo molle: Il numero al filo molle è un po' più complicato anche se svolto a basse altezze. Il filo infatti, a differenza del filo alto, non è teso bensì molle. In questo caso le acrobazie e gli esercizi possono essere, oltre l'attraversamento a piedi o con il monociclo, l'equilibrismo con verticali o addirittura lo stand con la testa appoggiata sul filo. La bellezza di questo numero è che, essendo il filo molle, si può volteggiare con esso a destra e sinistra rimanendo in equilibrio.
  • Equilibrismo su sedie, equilibrismo su pali e trampoli: Queste discipline verranno presentate nel Reportage sui numeri storici, presentato su Solo Circo X Sempre il prossimo 24 Agosto 2014!
  • Slackline: Lo slackline è una disciplina simile al filo molle, solo che invece che essere un filo cilindrico è effettuato su una "fettuccia di poliestere", anch'essa tesa tra due pali. Anche se è tesa, si riesce a volteggiare e vengono eseguiti esercizi quali salti, volteggi, capriole e salti mortali avanti e indietro. Questa "fettuccia", quando è tesa, può diventare anche una specie di "trampolino", infatti ci si può saltare sopra (da in piedi a seduto e di nuovo in piedi o vicecersa). Come il parkous, di cui vi abbiamo parlato nel Reportage della scorsa settimana, anche questa disciplina sta entrando in sordina negli spettacoli circensi, anche se nata fuori dagli chapiteau.
  • Rola-rola: Il rola-rola è un numero abbastanza difficile, anche se semplice da spiegare. Consiste nel rimanere in equilibrio su una pedana posta su un rullo. Le complicazioni nascono quando la pedana viene rialzata da più rulli posti sotto di essa (vedi foto sopra) oppure da più "scalini" posti sopra la pedana, facendo salire e scendere l'artista come se fosse una scala posizionata in verticale. Durante l'equilibrismo l'artista si cimenta in alcune acrobazie come il salto della corda o la giocoleria. La pedana su cui si rimane in equilibrio l'artista può anche essere posizionata sopra un pallone (da basket, da calcio,...)!
  • Scala libera: La scala libera è una scala verticale senta alcun appoggio per stare in piedi da sola. L'artista dunque deve rimanere in equilibrio su di essa, tenendo in equilibrio la scala stessa. È un numero molto interessante quanto difficile, tra gli esercizi, oltre che salire e scendere la scala da una parte all'altra o dalla stessa parte, l'artista può rimanere in equilibrio sulla cima della scala solo con i piedi (senza toccarla con le mani) o addirittura in verticale o in orizzontale. Anche questo numero può essere arricchito da giocoleria.
  • Antipodismo: L'antipodismo, come vedete nell'immagine qui sopra, è la disciplina circense in cui si tengono in equilibrio e si fa giocoleria al contrario, sdraiati su un apposita sedie e nella maggior parte dei casi la "giocoleria" viene effettuata con stoffe, palloni o altro, tutto con il sostegno dei piedi e delle gambe. Nella foto potete vedere che su un piede è tenuta in equilibrio un'altra artista che anche lei si esibisce in un numero di antipodismo. L'equivalente numero, eseguito però senza materiale ma con un artista sotto che fa volteggiare un altro artista, si chiama "giochi icariani" ed è stato presentato la scorsa settimana nel Reportage "Acrobazia, parte 2". L'antipodismo si può anche definire come equilibrismo di un'artista, vista la posizione sull'apposita sedia.
  • Equilibrismo di cose (piatti,...): Abbiamo già parlato di equilibrismo di cose e non di artisti con la disciplina dell'antipodismo, ma passiamo nello specifico. Come vedete nell'immagine sotto (che mischia equilibrismo di piatti a piramidi umane) possiamo dirvi che uno dei principali numeri di equilibrismo di cose è quello dei piatti. Può essere svolto come nella foto oppure su dei piedistalli fissi per terra su cui far roteare i piatti, in questo secondo caso il numero può diventare anche comico. Alcuni maghi, ma non solo, portano in pista l'equilibrismo di carte (il castello di carte) oppure l'equilibrismo di alcuni bicchieri e bottiglie su un plateau, che anche in questo caso diviene comico se a svolgerlo è un clown con i bicchieri e le bottiglie incollate al vassoio.
  • Monociclo: Lo avevamo citato anche nel Reportage "Acrobazia, parte 2", il monociclo oltre a far parte delle acrobazie (se con questo si fanno salti a terra, da una pedana all'altra, salendo una scala,...) ma il fondamento del monociclo è sicuramente l'equilibrismo. L'equilibrismo aumenta se si svolge il numero sul filo d'acciaio o sul filo molle, così anche se durante l'esercizio ci si cimenta anche in numeri di gicoleria o salto della corda.
Anche i numeri al trapezio potrebbero far parte dei Reportage sull'acrobazia e volendo anche sull'equilibrismo, ma abbiamo preferito, come vedete qui sotto, proporre un Reportage interamente dedicato ai numeri al trapezio.

Prossimo video presentato:
Equilibrismo - mercoledì 23 Luglio 2014
Prossimo Reportage presentato:
Trapezio e giocoleria - domenica 27 Luglio 2014

Trovate la pagina con il riassunto dei Reportage della serie estiva 2014 nella pagina "Reportage Le discipline circensi (2014)" in alto nel menù destro nella sezione "Pagine di Solo Circo X Sempre", oppure più semplicemente cliccando QUI!!

Nessun commento: