Foto della settimana

Foto della settimana
Circus Olympia (CH) - Foto by: Retro-Circustime (clicca sull'immagine per visitare il sito)

lunedì 18 gennaio 2021

"Oltre Gottardo ci boicottano! È una situazione vergognosa!"

Il direttore del Circo Picard Davide Trentini lancia una pesante accusa: “ Oltre Gottardo ci boicottano, è una situazione vergognosa. Subiamo controlli su controlli, non bastasse il Covid-19, ci troviamo davvero in grave difficoltà. Mi appello alla sensibilità delle autorità: qualcuno non vuol farci lavorare”. Per la cronaca: il circo in questione è di quelli tradizionali, con trapezisti, clown, cavalli, cani e giocolieri. Attualmente non sta lavorando nel rispetto della decisione della Confederazione dello scorso 12 dicembre che vieta ogni tipo di spettacolo. Il Circo Picard è comunque pronto a ripartire appena la situazione tornerà alla normalità. “In questo momento siamo bloccati a Bülach, nel canton Zurigo, ultima tappa prevista della nostra tournée prima dello stop. Il circo avrebbe dovuto passare le festività natalizie a Zurigo”. E aggiunge: “Abbiamo fatto domanda per il lavoro ridotto e per gli aiuti allo stato.

Nel frattempo stiamo ricevendo un grande sostegno dalla popolazione di Bülach e dintorni. Una comunità italiana della regione, assieme al parroco Don Gabriele, ha messo in moto una grande catena di aiuti. Abbiamo ricevuto fieno, paglia e mangime per i nostri cavalli. Per tutto il personale é arrivato ogni genere di prodotti alimentari . Sono arrivate pure alcune donazioni in denaro. Una panetteria locale ci rifornisce, tutti i giorni, con pane fresco”. Quando si dice: la solidarietà!

Ma torniamo in argomento: cosa è successo?
“Oltre Gottardo, purtroppo iniziamo a subire controlli di ogni genere: della Polizia Comunale, della Cantonale, dell’ Ispettorato del lavoro e pure del Veterinario Cantonale. In nessun sono state riscontrate delle infrazioni. I controlli erano mirati, sollecitati da qualcuno che ce l'aveva con noi”. E lancia un’accusa precisa. “Tutti questi controlli a tappeto sui mezzi, sul personale, sugli animali e sulle strutture, non sono infatti capitati per caso, ma mandati da un Circo concorrente, il Circo Stey. Quest'ultimo infatti ha cercato in tutti i modi e nella maniera più vigliacca di fermarci a tutti i costi”.
È in fiume in piena Davide Trentini: “ Tutti i controlli sono partiti da segnalazioni infondate e inventate dal direttore di quel circo. Sono stati momenti spiacevoli, siamo passati come dei delinquenti. Diversi organi ufficiali hanno ammesso che si trattava di denunce infondate, si sono perfino scusati. Ogni intervento è durato diverse ore. Le posso dire, per altro, che il mio circo é quello che ha avuto più controlli di tutt'Europa”.

Ma non è finita. Martin Stey ha iniziato a screditare il Circo Picard, diffamandolo con offese e insulti molto gravi. Ancora Trentini: “Sulle nostre due pagine Facebook, si possono tranquillamente vedere alcuni dei commenti che Stey si é permesso di scrivere. Quando ha capito che nonostante i controlli mandati, tutte le storie inventate, comprese diffamazioni e minacce, ha pensato bene di chiamare una testata giornalistica, che per altro non è riuscita a cavare un ragno dal buco.”.

Una situazione al limite dell’assurdo: “Siamo stati attaccati anche dal Circo Harlekin, un piccolo circo bernese. Con le solite storie diffamatorie e con un articolo pubblicato direttamente sul proprio sito internet che cercava di metterci in cattiva luce perchè abbiamo chiesto aiuti. Purtroppo un circo come il nostro, dovendo chiudere dalla sera alla mattina, ha dei costi fissi che rimangono. Come d'altronde tutte le aziende. La Confederazione dovrebbe sapere che far chiudere un'attività come la nostra cosi drasticamente senza aiuti immediati, vuole dire far fallire un'azienda”.

E conclude così: “ Desidero ringraziare di cuore le autorità della Città di Bülach e la Stadthalle per il loro prezioso aiuto, per esserci venuti in contro capendo la nostra situazione”.

Nessun commento: