Foto della settimana

Foto della settimana
Il manifesto del Circus Knie (CH) per la tournée 2021

venerdì 30 aprile 2021

GIFFORDS CIRCUS (UK): The Hooley 2021

Il Giffords Circus (UK) ha reso noto alcune settimane fa che il debutto della stagione 2021 andrà in scena il prossimo 19 maggio a Stroud presso la "Fennels Farm", ovvero il quartier generale del complesso circense inglese.

Lo spettacolo dal motto "The Hooley" nasce dall'immaginazione di Nell Gifford che ha sognato lo spettacolo con il regista Cal McCrystal. Ci saranno fate, troll, folletti, cavalli selvaggi, musica,  danze celtiche e tutta la magia di cui Gifford è sinonimo. Quindi unitevi alla danza celtica e datevi da fare con il popolo delle fate. Con Lil Rice, Tweedy il clown e Nancy Trotter Landry. Ritroveremo inoltre i Curatola Brothers, che da alcuni anni hanno trovato nel Giffords Circus la loro seconda casa.

Maggiori informazioni su:

CIRCUS BALKANSKI (BUL): Il montaggio in video

Dallo scorso 22 aprile il Circus Balkanski (Bulgaria) presenta i propri spettacoli, dal motto "The show must go on", nella capitale Sofia. Lo stesso complesso ha caricato sui propri social un video in timelapse del montaggio delle strutture proprio nel capoluogo bulgaro.

Il video è visibile su Facebbok al seguente indirizzo web:

Maggiori informazioni su:

giovedì 29 aprile 2021

CIRCUS MONTI (CH): Iniziati i "Kulturtage"

Anche se con un numero di spettatori ridotto al minimo, viste le attuali restrizioni in Svizzera, partono oggi i "Kulturtage" organizzati dal Circus Monti (CH) presso il proprio quartier generale di Wohlen (Canton Argovia).

Gli spettacoli, quasi tutti esauriti visti i 50 posti e alcuni annullati per gli stessi motivi, proseguiranno fino a domenica 9 maggio. Si tratta di spettacoli comici, di circo, concerti e molto altro, che in questa prima edizione si divideranno il palco nei prossimi giorni. Si tratta di una prima edizione di prova che, qualora funzionasse bene (e vedendo le prevendite sembra di sì) si ripeterà sicuramente nei prossimi anni.

Il Circus Monti (CH) partirà con la nuova tournée il prossimo 6 agosto 2021, stagione che si spera sia confermata dopo la pausa dello scorso anno dovuta alla pandemia.

Maggiori informazioni su:

mercoledì 28 aprile 2021

SVIZZERA: Eventi aperti da giugno?

A partire da luglio in Svizzera, se tutto va bene, potranno essere permessi eventi con 3'000 persone, mentre a partire da settembre il limite sarà alzato a 10'000. Questo è quanto ha comunicato il Consiglio Federale, maggior organo politico elvetico, in una conferenza stampa odierna.

Si tratta di previsioni per riaperture, che dovranno comunque essere accompagnate da misure di protezione fino a nuovo avviso. Il mese di giugno potrà essere un mese di test, con aperture a 300-600 spettatori a dipendenza della situazione epidemiologica dei rispettivi cantoni. Fino al 31 maggio 2021 non ci saranno però ulteriori allentamenti.

Nel mondo circense sembra dunque che i piccoli complessi potranno ripartire da inizio giugno, mentre quelli più grandi dovranno aspettare almeno luglio, nella speranza che la situazione della pandemia in Svizzera rimanga sotto controllo.

domenica 25 aprile 2021

CONNYLAND (CH): Addio laguna

La laguna dei delfini, che fino ad alcuni anni fa presenziavano e si esibivano davanti al pubblico di Connyland, parco divertimenti nel nord della Svizzera, è stata smantellata nelle scorse settimane, per far posto a nuove attrazioni.

I delfini avevano definitivamente concluso di esibirsi ben 10 anni fa e furono gli ultimi delfini presenti in uno spettacolo in Svizzera. In seguito le vasche furono utilizzate da numeri con le foche, ma ora anch'esse si sono spostate (rimangono sempre presenti nel parco).

Di seguito alcune immagini dei lavori eseguiti nelle scorse settimane. Cogliamo inoltre l'occasione per ricordarvi che Connyland ha appena riaperto i battenti sabato 24 aprile (ieri) per la nuova stagione 2021!

sabato 24 aprile 2021

FEUERWERK DER TURNKUNST (D): Open air 2021

La compagnia tedesca "Feuerwerk der Turnkunst" quest'anno ha dapprima posticipato la tournée invernale ed in seguito ha annullato il tutto, rimandando lo spettacolo al 2022.

Poche settimane fa è stato reso noto che la compagnia ha iniziato una collaborazione con la "Kleinen Fest" di Hannover, dove andranno in scena alcuni spettacoli firmati "Feuerwerk der Turnkunst" all'aperto (da qui "Open air").

Gli show, inizialmente previsti dal 30 giugno al 4 luglio 2021, hanno dovuto essere prolungati di una settimana vista la grande richiesta di pubblico: il debutto è dunque previsto il 26 giugno 2021.

Per maggiori informazioni clicca qui!

FESTIVAL DEL CIRC GIRONA (ES): I primi nomi

Il Festival Internacional del Circo Elefant d'Or festeggia quest'anno i 10 anni di vita. L'edizione doveva andare in scena lo scorso febbraio, ma a causa delle restrizioni per la pandemia gli organizzatori sono stati costretti a posticipare la kermesse, ora prevista dal 24 al 28 giugno 2021.

Nulla sembra poter intaccare l'evento questa volta, che negli scorsi giorni ha pubblicato i primi nomi degli artisti che prenderanno parte al Festival:
  • Duo Vitalys (Peru): Mano a mano
  • Aleksandr Batuev (Russia): Contorsionismo
  • Cesar Dias (Portogallo): Comedy
  • Golden Dream (Italia/Spagna): Tessuti aerei
  • Duo Ebenezer (Cuba): Adagio acrobatico
  • Thu Hien (Vietnam): Filo molle
  • Skating Flash (Italia/Portogallo): Pattini a rotelle
  • Jimmy Saylon (Italia): Grandi illusioni
  • Valentin Chetverkin (Russia): Verticali
  • Troupe Kevin Richter (Ungheria): Bascula

Quest'anno, a differenza delle scorse edizioni e anche in questo caso a causa della pandemia, molti degli artisti sono volti già noti e non emergenti. Molti inoltre sono provenienti dall'Europa e non dall'Asia o dal Sud America, come avveniva in passato, il tutto, come detto, a causa delle varie restrizioni.

Maggiori informazioni su:

venerdì 23 aprile 2021

CIRKUS BALDONI (DK): Stagione 2021

In Europa piano piano qualcosa si sta muovendo, soprattutto con l'arrivo della stagione calda che permette di allentare molte misure legate alla pandemia. 

In Danimarca i circhi e gli eventi stanno per ripartire e tra essi troviamo anche il Cirkus Baldoni, che avrebbe dovuto debuttare ad inizio aprile ma ha posticipato il debutto di "solo" un mese. La premiere sarà infatti in scena il prossimo 6 maggio 2021 a Hillerod, cittadina a nord di Copenhagen.

Alcuni degli artisti che scenderanno in pista:
  • Sheyen Caroli: Contorsionismo
  • Sage Macaggi: Giocoleria
  • Fam. Janecek: Acrobatica, rola rola
  • Duo Ferrandino: Pattini a rotelle
  • Allando: Clownerie
  • Peter Nørgaard: Ringmaster
Un augurio agli artisti, alla direzione e a tutti gli operai per un grande inizio! Maggiori informazioni e prenotazioni su:

giovedì 22 aprile 2021

AUSTRIA: Un altro nuovo complesso stazionario!

Jürgen Günter Proyer dell'agenzia Netzwerk (www.agenturnetzwerk.com) ha fondato il nuovo Circo nazionale Austriaco, conosciuto come "Österreichischer National Circus" (logo nella foto in basso), che vedrà la luce insieme ad Adriana Folco probabilmente solo nel 2022.

Negli scorsi giorni sono però state pubblicate alcune informazioni su un altro complesso che vedrà la luce tra fine 2021 e inizio 2022: l'Österreichischer Traditions Circus. Si tratta di un nuovo complesso fisso, probabilmente in scena durante le festività, e sarà rigorosamente un circo tradizionale!

mercoledì 21 aprile 2021

CIRCUSTIME.CH: Una nuova pagina web!

Gli amici di Circustime.ch hanno pubblicato alcune settimane fa un'altra pagina tematica, tra le tante per cui si contraddistingue il sito circense svizzero.

Dopo aver dedicato solo alcuni mesi fa una pagina ai circhi del passato, con immagini storiche, ecco ora una pagina interamente dedicata agli chapiteau. Per meglio capire il mondo di "Circustime.ch" riassumiamo dunque di seguito, con i relativi link, tutte le pagine tematiche:

lunedì 19 aprile 2021

MONTI'S KULTURTAGE (CH): Spettacoli confermati!

Il Circus Monti (CH) ha presentato alcuni mesi fa un nuovo progetto dal titolo "Monti's Kulturtage", ovvero le "Giornate culturali Monti".

Si tratta di un evento che debutta quest'anno, precisamente il prossimo 29 aprile 2021, presso il quartiere invernale Monti a Wohlen (Canton Argovia). Lì dove va in scena anche il Variété invernale verranno presentati spettacoli di teatro con diversi artisti in scena ogni sera.

Era previsto che l'evento avrebbe ospitato 300 persone, ma viste le attuali disposizioni elvetiche per la pandemia, la compagnia Monti potrà ospitare massimo 50 posti. Gli spettacoli sono comunque confermati anche con questa capacità!

Sono stati purtroppo annullate 3 serate, tra cui il "Best-of Monti" che avrebbe visto in scena alcuni artisti che si sono susseguiti negli scorsi anni sotto lo chapiteau del Circus Monti. Lo spettacolo sarà comunque ripreso più in là, quando si potrà presentarlo ad un pubblico più vasto.

Maggiori informazioni e prenotazioni su:

CIRCUS HARLEKIN (CH): Variété invernale

Il Circus Harlekin (CH) lancia il suo primo circo invernale, che si intitolerà "Variété by Harlekin" e sarà anche il primo spettacolo invernale dell'Oberland Bernese, regione svizzera del Canton Berna.

Gli spettacoli saranno in scena dall'1 al 19 dicembre 2021, tutti i giorni dal mercoledì al sabato. Non solo spettacoli pubblici, bensì si invitano aziende, gruppi, associazioni e privati a farsi avanti qualora volessero organizzare un eventi privato.

Non si sa ancora il luogo esatto, né ulteriori informazioni, che seguiranno sicuramente nelle prossime settimane e mesi.

domenica 18 aprile 2021

SVIZZERA: Entro luglio eventi con 1'000 persone?

In Svizzera si sta studiando come tornare a vivere i "grandi" eventi quali spettacoli, concerti e sport. Secondo indiscrezioni, salvo peggioramenti significativi della pandemia, entro luglio in Svizzera sarann nuovamente permessi eventi con un massimo di 1'000 persone.

Questo comporterebbe probabilmente la partenza anche del Circo Knie che ha già comunicato, tramite le sue pagine social, di partire in tour unicamente quando si potranno accogliere almeno 1'000 spettatori.
Concerti e festival musicali con 1'000 partecipanti entro luglio, 5'000 persone entro settembre, sarebbe questo il progetto per la riapertura dei grandi eventi al vaglio dell'UFSP di Alain Berset.

Lo sostiene, attraverso una serie d'indiscrezioni il SonntagsBlick che specifica come - questi dettagli - non siano affatto incisi nella pietra e il fascicolo in questione dovrà essere ancora sottoposto al Consiglio federale e poi ai cantoni. A dire la sua sarà poi, ovviamente, anche l'andamento della pandemia.

L'idea, verosimilmente, è quella di mettere le mani avanti al più presto in vista di un'estate sempre più vicina e che si spera possa essere il più normale possibile. Anche in Ticino, se il Festival del film di Locarno è pronto a un'edizione (quasi) normale e in presenza, c'è chi - come Estival - ha deciso di alzare bandiera bianca anche nel 2021.

Una presa di posizione chiara da Berna, in questo frangente, è importante anche per gli organizzatori di festival & co. che potrebbero già iniziare a lavorare, sapendo - eventualmente - di poter contare sugli aiuti statali in caso le cose dovessero peggiorare.

Parola chiave: ottimismo - Attualmente, per Alain Berset e la Confederazione la parola chiave sembrano essere "ottimismo" e "rischio calcolato", grazie al vaccino che si ipotizza somministrato a tutta la popolazione adulta entro luglio (ma che è in ritardo in diversi cantoni) e alla tendenza pandemica, con una lieve risalita rispetto a Pasqua per quanto riguarda i contagi, ma non le ospedalizzazioni. Per quanto riguarda le riaperture che varranno da lunedì, sono in diversi però a temere che si tratti di una mossa azzardata e poco lungimirante.

«Un allentamento, con la curva di casi che abbiamo oggi porterà a un nuovo aumento dei contagi e a nuove morti inutili», commenta al Blick l'epidemiologa dell'Università di Ginevra, Isabella Eckerle.

venerdì 16 aprile 2021

ÖSTERREICHISCHER NATIONAL CIRCUS: La gran dama!

Sarà Adriana Folco la gran dama che gestirà, insieme a Jürgen Günter Proyer dell'agenzia Netzwerk, il nuovo complesso austriaco in partenza nei prossimi mesi.

Stiamo parlando dell'Österreichischer National Circus, ovvero il Circo nazionale austriaco, che proprio sabato 17 aprile 2021 (domani) dovrebbe svelare maggiori informazioni in merito. Il tutto ormai sarà dipeso anche dalle decisioni in Austria, ma quando si potrà partire il nuovo complesso austriaco sarà ai blocchi di partenza!
Maggiori informazioni, come detto, seguiranno anche sul nostro sito nei prossimi giorni!

giovedì 15 aprile 2021

CIRQUE HELVETIA (CH): Il nuovo chapiteau

Julien Maillard, direttore del Cirque Helvetia (CH), ha pubblicato sul suo profilo facebook le immagini del progetto del nuovo chapiteau del Cirque Helvetia, tendone che verrà inaugurato quest'anno.

Purtroppo le tournée non possono ancora iniziare e dunque si sta aspettando il via libera, ma il Cirque Helvetia, una piccola realtà della parte francese della Svizzera, sta attendendo con ansia la consegna del nuovo chapiteau, più piccolo e pratico del precedente.

Come dalle foto allegate alla news, potete ben notare che i colori rosso-blu sono mantenuti. Non vediamo di vederlo dal vivo montato e pieno di gente!

CIRCUS PICARD (CH): Un servizio televisivo da Brunnen

Il Circus Picard (CH) diretto da Davide Trentini è stato fermato, a causa delle restrizioni per la pandemia, lo scorso dicembre 2020 a Bülach, a nord di Zurigo, dove la carovana è rimasta fino a poche settimane fa.

Per motivi logistici (la piazza di Bülach è utilizzata ora per un centro vaccinazioni), la carovana Picard si è sposta a Brunnen, nella Svizzera centrale, su un sedime privato. Ciò ha attirato la curiosità dei media locali: tra i tanti anche Tele 1 che gli ha dedicato il seguente servizio tv (in tedesco):

mercoledì 14 aprile 2021

2nd ONLINE CIRCUS FESTIVAL: I vincitori

Ed ecco i vincotori del 2nd Online Circus Festival: i "Martinez Brothers" (Colombia/Giappone) ed il loro numero di icariani!

Al 2° posto si è classificata la "Ruban Troupe" (Russia), al 3° posto troviamo gli "India", al quarto rango gli "Acrobats on the Tank" (Russia) ed infine al quinto posto i "The Same" (Russia).

SVIZZERA: Eventi nuovamente permessi

Oggi il Consiglio Federale svizzero ha deciso che gli eventi, pian piano, potranno tornare a tenersi con il pubblico anche se per ora abbastanza limitati.

Da lunedì 19 aprile 2021 saranno nuovamente permessi in Svizzera gli eventi all'interno con 50 permessi e all'esterno 100 persone. Questo significa che potranno riaprire teatri, cinema e anche i circhi, così come tutti gli spazi interni degli zoo e dei parchi zoologici.

Sui circhi probabilmente nessuno ora partirà, visto che il limite di 50 persone è ancora troppo basso, ma un buon inizio per i prossimi mesi. Negli zoo per contro ripartiranno gli spettacoli, come presso il nuovo "Zauberhut" del Knie's Kinderzoo.

martedì 13 aprile 2021

"Un luna park al tempo del coronavirus"

Ci sono una grande ruota panoramica e un paio di giostre. In riva al lago a Romanshorn, nel Canton Turgovia, è spuntato un luna park in forma ridotta.

Un luna park in tempo di Covid? Le autorità comunali hanno autorizzato l'evento, in quanto di piccole dimensioni. E con l'adozione di un adeguato piano di protezione. La Città lo ha classificato come “mercato”.

«Siamo molto contenti di poter finalmente uscire un po'» afferma l'organizzatore Heinz Fries, interpellato da 20 Minuten. «È chiaro che con le disposizioni attuali non è possibile svolgere eventi con diecimila persone, ma i piccoli eventi possono avere luogo senza problemi».

Per Fries non si tratta di una mancanza di responsabilità, in quanto «le disposizioni ci sono e noi le rispettiamo». Altrimenti, «dovremmo chiudere tutti i centri commerciali».

lunedì 12 aprile 2021

CIRQUE ARLETTE GRUSS (F): Annullata la tournée 2020/2021

Alla fine la notizia che ci si aspettava purtroppo è arrivata: il Cirque Arlette Gruss (F) ha deciso di annullare la tournée 2020/2021 sotto il motto "Excentrik", tour che era iniziato lo scorso settembre e che si è bloccato ad inizio novembre.

La stagione doveva essere tutt'ora in corso e si sarebbe conclusa il prossimo mese di maggio a Reims, ma chiaramente le restrizioni attuali non lo permettono e purtroppo la prospettiva è molto buia.

Un abbraccio agli amici del Cirque Arlette Gruss con l'augurio che possano finalmente ripartire il prossimo autunno, con una stagione che venga portata a termine fino alla fine!

domenica 11 aprile 2021

2nd ONLINE CIRCUS FESTIVAL: I 5 finalisti

Eccoli i 5 finalisti della 2a edizione dell'Online Circus Festival. I giurati in questi giorni stanno decidendo chi tra loro sarà il vincitore, che verrà reso noto mercoledì 14 aprile alle ore 18.00 online su Youtube.

Nell'immagine seguente i principali premi che verranno assegnati ai primi 4, ma ci sarà possibilità per tutti di aggiudicarsi un premio speciale.

mercoledì 7 aprile 2021

MARIE THÉRÈSE PORCHET: È stato orribile, ho rischiato di morire!

Molti di noi l'hanno conosciuta grazie alle varie partecipazioni alle tournée con il Circo Knie, anche se nella Svizzera francese (in particolare) è una comica molto famosa: stiamo parlando di Marie Thérèse Porchet, figura comica interpretata da Joseph Gorgoni.

La comica conosciuta come Marie-Thérèse Porchet ha rivelato a "L'Illustré" di essere stata vicina alla morte tre volte nell'ultimo anno. Dopo aver subito un trapianto di polmone, ha contratto il coronavirus. Di seguito l'intervista da noi tradotta in italiano.
Joseph Gorgoni ha avuto un anno molto complicato. Quella conosciuta con il nome d'arte Marie-Thérèse Porchet ha confidato a "L'Illustré" di aver subito un trapianto di polmone in seguito a una fibrosi. Fu nel 2018 che l'artista si rese conto di essere molto senza fiato dopo i suoi spettacoli con il circo Knie: "Durante la canzone, facevo fatica a riprendermi, tossivo molto, ero stanco. Mi sono detto: ho 53 anni, ecco quanto sono vecchio", ha confidato al settimanale.

Dopo un controllo dal medico, arrivò la notizia: si trattava di fibrosi polmonare idiopatica. "Questa malattia cronica solidifica i polmoni e impedisce il passaggio dell'ossigeno nel sangue. Nonostante questo, ha continuato ad esibirsi a Parigi e Losanna fino al febbraio 2020, ma era sempre più stanco. "Non potevo più cantare e ballare allo stesso tempo".

Joseph andò nuovamente da un medico. Gli è stato detto che i suoi polmoni stavano cominciando a perdere forza e che funzionavano solo al 30%. "Mi hanno mandato dalla professoressa Paola Gasche, capo del dipartimento di pneumologia dell'HUG (Ospedale universitario di Ginevra). Sono stato fortunato a trovarla, ma era un po' rigida. Mi ha detto: "Devi sapere che quello che hai è molto grave, faremo un trapianto il più presto possibile". Entrò più in dettaglio e disse: "Se non lo fai, tra sei mesi sei morto". Le ho detto: "So che per te questo la routine del tuo lavoro, ma è brutale. Devi parlarmi in modo diverso, altrimenti non va bene." Ho avuto la strana sensazione che stessimo parlando di qualcun altro", dice.
Florian, il compagno di Joseph Gorgoni da 20 anni, ha iniziato a fare qualche ricerca per conto suo: "Ho cercato in rete.: era una malattia irreversibile. L'aspettativa di vita era di tre anni senza il trapianto". Nel giugno 2020, dopo diversi test, è stato ritenuto compatibile per ricevere un trapianto. L'attesa è stata da sei mesi a un anno, poiché gli è stata data la priorità.

Il 7 agosto, proprio mentre sta per andare a fare un pisolino, suona il telefono. "La dottoressa Paola Gasche mi chiama: "Come stai? Sei a casa o fuori? Sei sveglio?" Le dico che sono appena andato a letto e mi risponde: "Va bene. Abbiamo i polmoni. Ora ti opereremo. Non sarai mai pronto. Naturalmente hai il diritto di dire di no, ma ti consiglio di pensarci bene, perché non capita spesso di ottenere polmoni compatibili così rapidamente. Ti do trenta secondi". Qui mi inchino: "Bene, facciamolo!" Lei aggiunge: "Hai due ore, raditi il petto. Non prendere niente e vieni".

L'operazione dura tra le sei e le otto ore. "Non avevo paura di morire, perché non me ne sarei nemmeno accorto. Il rischio maggiore, i primi giorni, è il rifiuto totale", precisa. La convalescenza richiede tempo. Cinque giorni dopo l'operazione il dolore si è risvegliato nella regione dello sterno. "È stato molto violento. Ero emotivamente scosso, piangevo tutto il tempo". È stato finalmente dimesso dopo tre settimane in ospedale e ha dovuto prendere 20 farmaci al giorno.
Per celebrare questo successo va a Firenze, in Italia, con il suo ragazzo. Sulla via del ritorno si sono fermato in un ristorante con una ragazza ed è lì che ha contratto il coronavirus. "Quando ho sentito i sintomi, i primi cinque giorni stavo bene. Poi, all'improvviso, ho iniziato a tremare dalla testa ai piedi. Non riuscivo a respirare. Le mie condizioni sono peggiorate molto rapidamente. Sono stato ricoverato in ospedale e sono entrato in un delirio indotto da farmaci. Ho insultato i medici, ho cercato di scappare. Mi hanno messo una specie di maschera da sub per respirare, ma mi sentivo come se stessi soffocando. È stato orribile, mi vedevo morire. Ho detto loro: "Fate il vostro lavoro, intubatemi". E se muoio, così sia". Dopo quarantadue giorni sotto sedazione e dopo aver perso 20 chili, è tornato gradualmente in sé tra il 21 e il 24 dicembre.

Purtroppo le brutte sorprese non sono finite. Dopo una scansione, si è scoperto che aveva un fungo mortale: il mucor. "Mi hanno avvertito: 'Potrebbe colpire il nervo ottico, potresti perdere la vista, potrebbe attaccare il cervello'. Poi ho pensato: "Ma non è possibile! Mi hanno dato un farmaco antifungino, l'Ambisome. È incredibilmente violento. Ha causato spasmi, può distruggere i reni, attaccare il fegato. O questo o niente, ma ha funzionato!" Il comico è rimasto in ospedale dal novembre 2020 fino allo scorso febbraio.

Oggi, anche se il peggio sembra essere passato, il comico svizzero ha ancora difficoltà a scendere una rampa di scale. Ha fatto domanda per una pensione AI e sta per ricevere la sua seconda dose di vaccino Covid-19 in aprile. Ma può anche contare sul suo compagno, che è sempre al suo fianco: "Il fatto che Florian mi sostenga cambia tutto e, dopo questa prova, rafforza tutto". Aggiunge che ha intenzione di lavorare di nuovo, ma sta iniziando lentamente. "Voglio vivere! Farò la telecronaca dell'Eurovisione il 20 maggio con Jean-Marc Richard, che mi divertirà e mi rimetterà in pista. Devo tenere la mia mente occupata, altrimenti impazzisco. Sono stato da uno strizzacervelli e un po' di ipnosi mi ha calmato", conclude.
--------------------------------------------
E noi non possiamo che fare i migliori auguri a Joseph per una buonissima ripresa.
Ti aspettiamo presto a teatro o in pista!

Articolo originale: L'Illustré/Le Matin
Traduzione: A. Eglin - solocirco.net

martedì 6 aprile 2021

CIRCUS PIKARD (A): I prossimi livestream

Il Circus Pikard è un complesso circense medio-piccolo attivo in Austria. Con i vari lockdown e durante l'ultimo anno di pandemia, quando il lavoro per il mondo circense è stato molto ridotto, la compagnia austriaca è riuscita a farsi conoscere maggiormente grazie ai suoi spettacoli in livestream online!

Sulla pagina Facebook del complesso sono state rese note 3 nuove date con 3 nuovi spettacoli in livestream, i seguenti:
  • Sabato 17 aprile 2021 - ore 16.00
    Livestream per la Giornata mondiale del circo
  • Domenica 25 aprile 2021 - ore 16.00
    Livestream con Special Guest
  • Venerdì 7 maggio 2021 - ore 16.00
    Livestream per il 34° compleanno del direttore Alexander Schneller-Pikard
Appuntamento dunque sulla pagina Facebook del Circus Pikard (A)!

lunedì 5 aprile 2021

2nd ONLINE CIRCUS FESTIVAL: I 100 partecipanti

Sono stati resi noti i nomi dei 100 partecipanti al 2° Online Circus Festival. Eccoli di seguito, suddivisi in 10 gruppi da 10 artisti, ognuno giudicato da 3 esperti circensi. Appuntamento all'8 aprile per i risultati!
www.onlinecircusfestival.com

domenica 4 aprile 2021

sabato 3 aprile 2021

CIRCUS PICARD (CH): Ringraziamenti a Bülach

Era metà dicembre 2020 quando in Svizzera vennero vietate tutte le manifestazioni e purtroppo la situazione oggi è ancora la stessa. Il Circus Picard a quel momento si trovava a Bülach e la carovana è lì rimasta fino a pochi giorni fa.

La comunità e le autorità di Bülach hanno accolto e aiutato il circo e tutto il personale con aiuti finanziari, alimentari (anche per gli animali) e molto sostegno! È dunque giusto e doveroso porgere un grande grazie a tutti loro, tramite la seguente lettera.
In attesa di ripartire, la carovana del Circus Picard si è spostata a Brunnen, nella Svizzera centrale, su un terreno privato.

venerdì 2 aprile 2021

CIRCUS LOUIS KNIE JR. (A): Nuovo sito web

Il Circus Louis Knie jr. (A), fermo da mesi come molti altri complessi circensi, ha rinnovato totalmente il proprio sito web.

Grazie alle nuove pagina il complesso austriaco sta pubblicizzando l'annuale iniziativa legata alla "scuola di circo Louis Knie jr.", che sarà in scena in estate a Graz per la seconda volta e a Linz per la prima volta in assoluto, precisamente tra il 12 luglio ed il 6 agosto prossimi.

Maggiori informazioni su: