Serie estiva 2020

Serie estiva 2020
La copertina del programma del Cirque Starlight (CH) 1989, presentato la scorsa domenica durante la nostra serie estiva dal titolo "Programmi circensi". Te la sei persa? Clicca sull'immagine!

domenica 31 maggio 2020

Quando il Circus Roncalli arrivò in Svizzera

Il Circus Roncalli (D) nel 2006 arrivò in Svizzera, precisamente a Zurigo, per la conclusione della propria stagione, grazie all'organizzazione di Himmel auf Erden. Fu la prima volta che la carovana Roncalli arrivò in Svizzera, esibendosi nei pressi del centro commerciale Glattzentrum di Wallisellen dal 31 ottobre al 9 dicembre 2006.

Grazie a Marcel Hutzli e al suo sito www.circusdream.ch, che nelle scorse settimane ci ha riproposto le immagini di 14 anni fa, ve le riproponiamo in parte anche noi su www.solocirco.net. Buona visione!
Tutte le foto, che sono più di un migliaio tra montaggio, smontaggio, ambiance, spettacolo, treno, ecc. le trovate sulla pagina Facebook di Circusdream, al seguente link:

sabato 30 maggio 2020

BARNUM & BAILEY CIRCUS: La tournée del 1902

Qualche giorno fa vi abbiamo presentato una foto del Barnum & Bailey Circus risalente al 1902, quando nel settembre di quell'anno arrivò a Winterthur, in Svizzera, con annesso articolo di giornale dell'epoca che lo descriveva. Potete rivedere foto e articolo al seguente link:

Grazie a Pierre Veyssilier siamo in grado di proporvi in foto la tournée completa dell'anno 1902 del Barnum & Bailey Circus che, agli inizi del '900, arrivò in Europa con il Greatest Show on Earth.

L'inizio del 1902 vide il Barnum & Bailey Circus a Parigi (F) presso la "Salle des Fetes", mentre la tournée vera e propria debuttò il 30 marzo da Lione. Quell'anno la carovana visitò diverse città in Francia e Svizzera, molte delle quali solo per uno o due giorni: vista l'impotente attrezzatura che si portavano appresso (12 chapiteau, per esempio), era qualcosa di eccezionale.

In Svizzera furono toccate le seguenti città:
  • Ginevra: 15-18 agosto 1902
  • Losanna: 19-20 agosto 1902
  • Freiburg: 21 agosto 1902
  • Biel: 22 agosto 1902
  • La Chaux-de-Fonds: 23-24 agosto 1902
  • Berna: 25-26 agosto 1902
  • Lucerna: 27 agosto 1902
  • Zurigo: 28-31 agosto 1902
  • San Gallo: 1-2 settembre 1902
  • Winterthur: 3 settembre 1902
  • Basilea: 5-7 settembre 1902

CIRCUS STEY (CH): Il nuovo chapiteau

Il Circus Stey (CH) gestito dall'omonima famiglia si trova a Volketswil, nel canton Zurigo, dallo scorso marzo, quando proprio nel paesino zurighese avrebbe dovuto debuttare con la nuova stagione.

La scorsa settimana è arrivato il nuovo chapiteau, che è stato montato qualche giorno fa e che potete vedere in foto. Il nuovo tendone bianco e rosso va a sostituire il precedente che era stato inaugurato meno di 10 anni fa.
La direzione del Circo Stey ha inoltre comunicato che la tournée dovrebbe finalmente partire, dopo le nuove disposizioni del Consiglio Federale. Non c'è ancora una data esatta, ma il debutto è previsto per giugno.
www.zirkus-stey.ch
Foto: Marcel Hutzli / Roland Stahel / Circus Stey

venerdì 29 maggio 2020

DANIMARCA: Tra chi apre e chi rinuncia


La Danimarca sta iniziando ad allentare le misure, ciò che permetterà anche ai circhi di iniziare con le rispettive tournée: ma non tutti hanno deciso di ripartire.

Le disposizioni sono infatti ferree, anche se più "larghe" rispetto ad altri paesi: massimo 500 spettatori, distanza sociale, disinfettante, maggiori ingressi per diminuire i possibili contatti, protezioni in plexiglas, ecc.

Oltre al Cirkus Arena, il più grande e famoso complesso danese, che ha già annunciato settimane fa l'annullamento del tour 2020, si accoda ora anche il Zirkus Nemo, un piccolo complesso di circo contemporaneo che sta riscuotendo un grande successo negli ultimi anni. La compagnia Nemo ha deciso di spostare tutte le date previste al prossimo anno, con debutto il 10 aprile 2021.

Ci sono invece altri complessi che partiranno: il Cirkus Baldoni, per esempio, debutterà il prossimo 6 giugno, mentre il Cirkus Arli ripartirà in tournée il 20 giugno. Il Cirkus Trapez sta invece valutando la situazione.

giovedì 28 maggio 2020

GALLISIMO


Si chiama "Gallisimo" ed è il nuovo St. Galler Weihnachtszirkus, ovvero il circo di Natale di San Gallo, città elvetica situata nel nord-ovest del paese.

Dietro a questo nuovo complesso circense invernale c'è la Stey Attraktionen GmbH, azienda che sta dietro al Circo Stey, già impegnati durante l'inverno con un altro spettacolo circense presso il centro commerciale Pilatus Markt di Kriens, nei pressi di Lucerna.

La prima edizione sarà in scena il prossimo inverno, ma è ancora noto alcun dettaglio.

CIRCUS MONTI (CH): Tournée 2020 annullata!

Il Circus Monti (CH) comunica di aver annullato la tournée 2020, che avrebbe dovuto debuttare il prossimo 7 agosto da Wohlen.

Nonostante le decisioni di ieri da parte del Consiglio Federale Svizzero (maggiori informazioni QUI) a riguardo dell'aumento del numero massimo di persone per manifestazioni su suolo elvetico (attualmente portato a 300, ma probabilmente in rialzo a partire da luglio), la famiglia Muntwyler, proprietaria del circo Monti, ha deciso di posticipare al 2021 l'intera tournée, con le seguenti motivazioni:

L'obiettivo finale è quello di creare un'esperienza unica e toccante al Circo Monti, la visita nel nostro chapiteau deve rimanere un'esperienza emozionale e dare piacere, senza restrizioni, senza regole di distanza e senza spazi vuoti nelle strutture della tenda. Il circo è e rimane un'esperienza dal vivo, che vive dell'interazione tra gli artisti e il pubblico. Non vogliamo scendere a compromessi al riguardo.

Anche se nelle prossime settimane gli artisti (se gli sarà permesso di entrare) dovrebbero arrivare a Wohlen per le prove, oggi nessuno può dire esattamente quali condizioni prevarranno all'inizio di agosto, quando inizierà il tour. Inoltre la sicurezza per il nostro personale e per gli artisti, così come per il nostro pubblico, è una delle nostre principali preoccupazioni: se qualcuno si infettasse, l'intera squadra potrebbe dover essere messa in quarantena, mentre le singole esibizioni o addirittura l'intera tournée annullata.

Le attuali restrizioni portano ad una massiccia riduzione dei posti a sedere a circa la metà del normale. Secondo l'attuale regolamentazione del Consiglio Federale, gli spettacoli nei teatri richiedono che un posto a sedere sia tenuto libero tra singoli gruppi di visitatori e raccomandano una distanza minima di un metro. Partendo dal presupposto che questi requisiti valgono anche per un tendone da circo, ignorare questa raccomandazione a scapito di un maggiore spazio non ci sembra molto sensato al momento attuale, oltre al fatto che la regola dei 2 metri di distanza rimane valida negli altri spazi. Il rischio finanziario in queste circostanze risulta dunque estremamente imprevedibile.

Per questi motivi, come detto, il Circus Monti non partirà in tournée quest'anno, posticipando il tutto al 2021 nelle stesse città e negli stessi periodi. Il debutto è dunque previsto per il 6 agosto 2021 sempre a Wohlen.

mercoledì 27 maggio 2020

SVIZZERA: Le nuove decisioni del Consiglio Federale

Era atteso per oggi e il "verdetto" è arrivato: ecco di seguito le nuove disposizioni del Consiglio Federale svizzero, che tra i vari allentamenti ha deciso per alcune regole che toccano anche il mondo circense, delle fiere e dei lunapark.

A partire dal 30 maggio 2020 il divieto di assembramenti sarà portato da 5 persone a 30. A partire dal 6 giugno potranno riaprire diverse attività quali parchi, zoo, eventi, ecc.

Le manifestazioni, campo che ci interessa maggiormente, potranno ripartire dal 6 giugno 2020 con un massimo di 300 persone, il tutto ovviamente correlato da distanza sociale e misure d'igiene accresciute. Il 24 giugno prossimo il Governo svizzero deciderà se aumentare le 300 persone, ma in qualsiasi caso gli eventi con più di 1'000 persone rimangono vietati fino ad almeno il 31 agosto.

Questo comporterà probabilmente la ripartenza di alcuni complessi circensi quali Harlekin, Stey e, in agosto (come previsto), Monti. Il Circo nazionale svizzero Knie sembra rimanga fermo almeno fino a settembre, ma attendiamo le singole decisioni nelle prossime ore, che saranno condivise su www.solocirco.net.

Il Quebec "salva" il Cirque du Soleil?

"Il Quebec (regione canadese) si impegna a sostenere il Cirque du Soleil con un importo massimo di 200 milioni di dollari"
L'accordo con i 3 principali azionisti arriva dopo l'appello del fondatore, Guy Laliberté, che vorrebbe riacquistare il Cirque du Soleil, da lui stesso ha fondato nel 1984. Il governo del Quebec sta venendo in soccorso del Cirque du Soleil, impegnandosi a prestare fino a 200 milioni di dollari USA per sostenere il gigante dello spettacolo dal vivo le cui operazioni rimangono paralizzate a causa della pandemia Covid-19.

Il ministro dell'Economia Pierre Fitzgibbon ha dichiarato che la provincia diventerà creditore della società in base a un accordo di principio tra Investissement Québec e i tre principali azionisti del Cirque: la Texas TPG Capital, la cinese Fosun e la Caisse de dépôt et placement, il fondo pensione del Quebec. Ma c'è di più: Fitzgibbon dichiara inoltre che il Quebec avrebbe anche la possibilità di acquistare il Cirque du Soleil nel caso in cui gli azionisti decidessero di vendere le loro partecipazioni! In cambio di un sostegno finanziario, la sede centrale dell'azienda deve rimanere nella provincia e i suoi dirigenti devono risiedervi.

L'annuncio del ministro è seguito da quello di Guy Laliberté, che ha comunicato di voler riacquistare la compagnia circense fondata 36 anni fa da lui stesso e che ha venduto per 1,5 miliardi di dollari nel 2015, dopo averla fatta crescere da una troupe di trampolieri e mangiafuoco, a un titano dell'intrattenimento globale.

La pandemia ha costretto Cirque, che ha un debito stimato in oltre 900 milioni di dollari negli USA, a cancellare tutti i suoi 44 spettacoli e a licenziare circa 4'700 dipendenti, pari al 95% della sua forza lavoro.

Fonte: CBC News
Traduzione: solocirco.net

martedì 26 maggio 2020

CIRQUE D'HIVER BOUGLIONE (F): I primi nomi per la prossima stagione

Il Cirque d'Hiver Bouglione (F) dovrebbe debuttare con la nuova stagione invernale 2020/2021 il prossimo 10 ottobre 2020, ma per ora le prevendite rimangono chiuse, in attesa di capire come proseguirà l'emergenza sanitaria e, soprattutto, in attesa delle decisioni del governo francese.

Il nuovo spettacolo vedrà però in pista le Kolev Sisters nel loro fantastico numero di mano a mano, così come i Flying Wulber al trapezio volante.

In attesa di maggiori informazioni, gustiamo alcuni video delle precedenti edizioni del Cirque d'Hiver, visibili sul sito ufficiale del complesso, al seguente link:
www.cirquedhiver.com/regardez-nos-anciens-spectacles/

SVIZZERA: Un video in sostegno del mondo dei giostrai

Il mondo del circo non è l'unico in difficoltà: gli amici e colleghi giostrai risentono molto forte questo blocco dettato dall'emergenza sanitaria. In Svizzera, dove spesso le giostre accompagnano fiere e feste lungo tutto l'anno, si ritrovano ora senza lavoro dopo l'annullamento di molti eventi.

I lunapark "indipendenti", ovvero non correlati ad una fiera o ad un evento particolare, come per esempio il Luna Park Ticino di Michele Pellerani, sono pochi e attualmente fermi: potrebbero ripartire prossimamente in base alle nuove disposizioni che verranno decise domani dal governo svizzero.

Nel frattempo, a sostegno della categoria, circola in rete un video in tedesco e francese che condividiamo qui con voi.

lunedì 25 maggio 2020

AUTO-CIRCUS (D): Un grande successo

Lo scorso fine settimana a Recklinghausen (D) sono andati in scena 6 spettacoli del Auto-Circus, uno spettacolo circense in forma Drive-in, nuova idea di spettacolo circense ai tempi di Coronavirus.

Sembra che il successo sia stato molto grande, tanto da organizzare nuovi spettacoli previsti per domenica 31 maggio 2020, sempre a Recklinghausen, alle ore 14.00, 17.00 e 20.00.
Bella iniziativa con una bella risposta di pubblico. Anche l'emittente televisiva locale WDR si è interessata all'evento, proponendo un servizio che potete rivedere al seguente link:

Maggiori informazioni su:

domenica 24 maggio 2020

CIRQUE ARLETTE GRUSS (F): Il nuovo show

Il Cirque Arlette Gruss (F) ci regala le prime informazioni riguardo al suo nuovo show, che dovrebbe debuttare il prossimo 23 settembre 2020 da Aix-les-Bains.

Lo spettacolo si intitolerà "Excentrik", come da manifesto qui sotto. La tournée sarà in scena da settembre 2020 a giugno 2021: durante le festività natalizie la carovana sarà a Bordeaux, mentre tra novembre e dicembre il Cirque Arlette Gruss dovrebbe esibirsi a Parigi, come da tradizione.
Maggiori informazioni e prenotazioni:

sabato 23 maggio 2020

KNIES KINDERZOO (CH): Le principali novità

Come da decisione del Consiglio Federale Svizzero a partire dal prossimo 8 giugno 2020 i parchi e gli zoo potranno riaprire al pubblico. Tra questi vi è anche il Knies Kinderzoo di Rapperswil, di proprietà del circo Knie.

Il Kinderzoo riapre seppur con alcune restrizioni: un numero limitato di persone, distanza sociale e disinfezione come ovunque, eccetera. Non potranno purtroppo essere effettuati giri a dorso degli elefanti, né il trenino trainato dai cavalli sarà attivo. D'altro canto, i giri a dorso di pony e cammelli saranno gratuiti. 

Una delle importanti novità 2020 è la creazione del Knies Zauberhut, la nuova costruzione che verrà inaugurata in autunno e che sostituirà la piscina delle foche. Ecco un video, al seguente link, della costruzione di questo nuovo impianto:
Infine, è arrivato dai Paesi Basi a Rapperswil lo scorso 19 maggio e si chiama Mekong (in foto): si tratta di un elefante maschio di 5740 kg, nato nel 1982 e pronto a procreare. Dopo una quarantena di 30 giorni, sarà immesso nel parco con le elefantesse e Thisiam (l'altro elefante maschio dello zoo) a partire dalla metà di giugno.

venerdì 22 maggio 2020

PALAZZO DINNERSHOW (D/A): Annullata la stagione 2020/2021

L'emergenza sanitaria mondiale sta facendo le "prime vittime", in mondo circense, anche nel periodo invernale. La compagnia "Palazzo", che organizza Dinner show quasi esclusivamente durante il periodo autunno-invernale, ha deciso di annullare completamente la stagione 2020/2021.

Gli show previsti a Berlino, Amburgo, Norimberga, Stoccarda (D) e Vienna (A) sono infatti rinviati e annullati alla stagione 2021/2022. Ecco un breve comunicato di Michaela Töpfer, amministratore delegato di Palazzo:
La sospensione della stagione è una grande delusione e ci rende molto tristi, ma questa decisione - per senso di responsabilità nei confronti dei nostri ospiti e per garantire il lavoro dei nostri dipendenti - è purtroppo l'unica alternativa. La situazione generale è per noi ancora più deludente, visto che siamo riusciti a concludere un'altra grande stagione a Berlino solo poche settimane fa. Il nostro bellissimo prodotto vive non solo di un alto carico di lavoro, ma anche della straordinaria atmosfera della tenda. Con le regole di distanza sociale previste, questa forma di intrattenimento e gastronomia non sarà economicamente fattibile il prossimo inverno. La progettazione e l'organizzazione di uno spettacolo a Palazzo e la relativa attività di ristorazione sono legate a un enorme sforzo: l'intero team collabora con innumerevoli partecipanti e con i nostri partner regionali per molti mesi alla preparazione. Per poter far fronte a questi compiti complessi, è indispensabile una pianificazione a lungo termine affidabile, cosa che in base alla situazione attuale non è possibile.

Per contro lo show previsto a Basilea (CH), con il nome Palazzo Colombino e organizzato da terzi (dunque non direttamente dalla società Palazzo), rimane tuttora confermato. Sarà in scena dal 20 novembre 2020 al 10 gennaio 2021.

CIRCUS PIKARD (A): Si parte il 5 giugno!

Come vi abbiamo annunciato qualche giorno fa, l'Austria sta allentando le misure restrittive legate all'emergenza Coronavirus. A beneficiarne è anche il mondo circense che, piano piano, ripartirà.

Tra questi anche il Circus Pikard che in questi mesi ci ha costantemente tenuto compagnia sui social. La direzione del complesso austriaco ha deciso di debuttare con il tour 2020 il prossimo 5 giugno 2020 da "Hof am Leithagebirge", a sud di Vienna.

A partire dal 29 maggio 2020 in Austria potranno svolgersi eventi con al massimo 100 persone, che sono abbastanza per far partire la carovana Pikard essendo un circo medio-piccolo.

Riparte così finalmente qualche complesso: a ripartire sarà anche la nostra pagina dedicata alle tournée che, speriamo, possa nuovamente "ripopolarsi" di città e date in tutta Europa:

giovedì 21 maggio 2020

CIRCUS MAGIC: Ecco la vera magia!


Ciao Nathan, raccontaci la tua storia e quella del Circus Magic. Come è iniziata questa passione e l’attività?
Il Circus Magic nacque nel 2011 a Losone, in canton Ticino (CH), creato da me stesso, Nathan Pedroni. A quei tempi frequentavo le scuole elementari losonesi e, con il soprannome “Mago Nathan”, venivo chiamato per fare il mio piccolo spettacolo di magia alle feste di compleanno. I primi trucchi li ho imparati grazie alle scatole di magia comprate nei negozi. Li portavo con me in una valigia rossa ed una nera e, assieme a due assistenti, mi recavo alle feste per portare allegria. Fin dall’inizio proponevo anche popcorn, zucchero filato e truccabimbi. 

Com’è cambiato lo spettacolo e la vostra attività in questi anni? 
Dal 2011 ad oggi il Circus Magic ha subito molti cambiamenti, sia dal lato del materiale, più specializzato, che dal lato del personale: oggi siamo in 7 e ognuno è responsabile di un settore d’organizzazione. È cambiata anche la gestione degli spazi, visto che il materiale aumenta. 
Il Ticino è piccolo, come organizzate gli spettacoli all’interno del cantone? 
Cerchiamo di organizzare, spesso in collaborazione con i comuni, uno spettacolo gratuito per la popolazione ticinese, soddisfacendo il pubblico del sopra e sotto Ceneri (nord e sud del cantone). Da qualche anno teniamo inoltre spettacoli negli alberghi o nei campeggi ticinesi anche per i nostri amici turisti. Di solito i nostri spettacoli pubblici sono gratuiti, l’idea è quella di far passare una serata in compagnia e in famiglia al nostro pubblico, ma a volte dobbiamo anche noi far pagare un biglietto per coprire i costi delle sale. 

Oltre ai costi delle sale, immagino ci siano anche altri costi da sostenere… 
Noi non lo facciamo a scopo di lucro, ma solo con il cuore per portare un po’ di allegria. Il guadagno, oltre appunto all’affitto delle sale, viene utilizzato per poter acquistare materiale nuovo per l’anno successivo. 

Siete nati a Losone 9 anni fa, ora invece dove si trova la vostra sede? 
La nostra sede è sempre a Losone, nel locarnese. Stiamo programmando di ampliarla, per avere un magazzino più grande così ad poterci stoccare più materiale per i nostri show. Sempre a Losone, presso il Centro La Torre, lo scorso dicembre abbiamo presentato uno spettacolo dal titolo “Evolution”. 
9 anni nel 2020, l’anno prossimo compirete i 10 anni. Sono previsti festeggiamenti?
Quest’anno sono 9 anni che giriamo il Ticino per farci conoscere e far sapere al Ticino che esiste un piccolo circo nel nostro cantone. L’anno prossimo il Circus Magic compirà 10 anni di vita: per questa occasione speciale stiamo organizzando uno spettacolo che verrà presentato più volte. Gli show dovrebbero tenersi presso la lo chapiteau di David Dimitri a Losone. Abbiamo chiamato anche artisti al di fuori del nostro complesso, come il Circo Tonino con le grandi illusioni, Fabiola Sasselli e i suoi cani, Lalla Kretiva con i giochi di fuoco, il giocoliere Magic Juggler, il clown Gionny Magic, io (Mago Nathan) con le magie, e molti altri! A gennaio 2021 verranno pubblicate tutte le informazioni e la prevendita. 

Come vi si può contattare per uno spettacolo, pubblico o privato? 
Per informazioni potete visitare il nostro sito internet www.circus-magic.webnode.it, oppure tramite email all’indirizzo circus.magic2020@gmail.com, o ancora tramite telefono al +41 79 157 55 51. Vi aspettiamo sotto il motto “Circus Magic: ecco la vera magia!”

mercoledì 20 maggio 2020

#STIAMOACASA: Gli zoo in Svizzera (reportage 2016)

Continua la nostra iniziativa "#stiamoacasa": peschiamo dai nostri archivi e vi riproponiamo, di tanto in tanto, materiale degno di nota pubblicato negli scorsi anni su Solo Circo X Sempre. Quest'oggi vi proponiamo un reportage dedicato agli zoo in Svizzera, risalente al 2016, facente parte della serie estiva dedicati ai parchi zoologici. Potete rivedere tutti i reportage di quella serie visitando la pagina dedicata, al seguente link:

Per la cronaca: gli zoo e i parchi botanici in Svizzera riapriranno il prossimo 8 giugno 2020, a seguite delle chiusure per l'emergenza Coronavirus.
Partiamo oggi con la nostra serie estiva di Reportage 2016 intitolata "Gli Zoo nel mondo!". Ogni domenica, per le prossime 10 settimane, presenteremo una nazione con i relativi zoo più famosi e conosciuti. Si tratta di una breve presentazione di ogni zoo, con tutti i riferimenti per avere tutte le informazioni necessarie. Partiamo quest'oggi da casa nostra, in Svizzera.
Zoo Zürich
Lo zoo di Zurigo è situato nella più grande città svizzera ed è nato nel 1929. Ad oggi si estende su 270'000m² e conta la bellezza di 4300 animali circa di 386 diverse specie, oltre a poter vantare 1 milione e mezzo di visitatori ogni anno. Negli ultimi anni sono stati eseguiti molti lavori e ristrutturazioni, nel 2015 è stato aperto un nuovo e grande parco totalmente dedicato agli elefanti, mentre da alcuni anni troviamo il "Masoala", un capannone che vi porta ai tropici. Tra le novità entro il 2030 ci sarà un trenino che percorrerà tutto lo zoo.

Lo "Zoo Zürich" è aperto 365 giorni l'anno dalle 9.00 alle 17.00 (fino alle 18.00 d'estate) e durante le giornate vanno in scena diversi spettacoli, il più conosciuto e atteso è la "passeggiata dei pinguini".
Zoo Basel
A Basilea ha invece sede un altro Zoo, il più vecchio della Svizzera. Aperto nel 1874, si estende su 13'000m² e ospita 7'000 animali di 628 specie diverse: 58 mammiferi, 88 specie di uccelli, 41 rettili 10 anfibi, 284 specie di pesci e 147 di invertebrati. I visitatori sono circa 2 milioni (dato del 2014). Quest'anno (2016) dovrebbe aprire il nuovo parco degli elefanti, mentre dal 2018 inizieranno i lavori per il più grande acquario della Svizzera, che dovrebbe concludersi nel 2021 e verrà a costare dai 60 agli 80 milioni di franchi.

Anche lo Zoo di Basilea è aperto tutto l'anno, dalle ore 08.00 alle 17.30/18.00/18.30 a dipendenza del periodo. Anche in questo caso sono molti gli spettacoli e le manifestazioni con gli animali a cui gli spettatori possono partecipare.
Knie's Kinderzoo Rapperswil
Il Knie's Kinderzoo ha sede a Rapperswil, sulle rive del lago di Zurigo, ed è gestito dalla Famiglia Knie, proprietaria dell'omonimo Circo Nazionale Svizzero. Aperto nel 1962 da un'idea di Fredy e rolf Knie Senior, conta diversi animali, tra cui anche ghepardi, pinguini, otarie ed elefanti. Proprio dedicato agli elefanti è stato aperto, nella primavera 2015, il parco "Himmapan", comprensivo di passerelle, laghetto e un ristorante d'eccezione.

Aperto annualmente da marzo ad ottobre, dalle ore 09.00 alle 18.00, potrete visitare il parco anche su un trenino trainato da un grande cavallo.
Tierpark Goldau
Nel centro della Svizzera nel paese di Goldau troviamo un famoso parco, o meglio, "Natur und Tierpark" (tradotto dal tedesco in "parco degli animali e della natura"). Totalmente immerso nella natura, tra foreste e colline della Svizzera centrale, mostra al pubblico prevalentemente animali nostrani...ma tra di essi anche gli orsi in pensione dalla famosa "fossa degli orsi" di Berna. Il Tierpark di Goldau si estende su 34 ettari, conta 650 animali circa e quasi un milione di visitatori.

Dal 1925 si mostra al pubblico così com'è: un camminata nella natura per incontrare animali, anche sui sentieri fuori dai relativi recinti (per gli animali docili), a cui dare qualche pezzetto di pane e da accarezzare per qualche istante.
Tierpark Bern
Chiudiamo il Reportage nella capitale Svizzera, Berna, dove troviamo un altro Tierpark immerso nella natura. Nato nel 1937 conta 2300 animali di 250 specie diverse, prevalentemente animali nostrani ma non solo: troviamo infatti anche rettili, lupi, scimmie e orsi. Il Tierpark di Berna è infatti diviso in due: il "Tierpark Dählhölzli" con tutti gli animali e la famosa "fossa degli orsi" totalmente rinnovata alcuni anni fa.

La fossa degli orsi risulta accessibile 365 giorni l'anno e 24 ore al giorno, mentre il Tierpark è aperto 365 giorni all'anno dalle ore 8.30 alle 19.00 d'estate e dalle ore 09.00 alle 17.00 d'inverno. Negli ultimi anni la politica del parco è diventata "più spazio, meno animali", cercando di dare dunque sempre più spazio ad ogni specie.
La nuova "fossa degli Orsi", parte del Tierpark di Berna

!! ATTENZIONE !! Sono presentati in questo reportage alcuni zoo svizzeri a nostra scelta, la lista degli zoo svizzeri è infatti più lunga!

Grazie Striscia


Grazie Striscia la Notizia

martedì 19 maggio 2020

EUROPA PARK (D): Si riapre il 29 maggio!

L'Europa Park, uno tra i più famosi parchi divertimento d'Europa, può finalmente riaprire i battenti dopo l'emergenza Coronavirus.

Salvo altre decisioni dell'ultimo minuto, i parchi in Germania, tra cui appunto l'Europa Park che ha sede a Rust, nel sud della nazione tedesca, potranno riaprire da fine mese. Le giostre della famiglia Mack riprenderanno a muoversi il 29 maggio 2020. A partire dalla stessa data riapriranno anche i 6 hotel del parco, mentre i ristoranti sono già attivi dallo scorso 13 maggio. 

Anche se il parco si estende su 710'000 metri quadrati, la direzione ha deciso di limitare l'entrata. Oltre alla sanificazione e alla disinfezione, Europa Park ha lanciato l'app "Distance Radar" che vuole motivare i visitatori a mantenere le distanze. L'app inoltre offre la possibilità di venire informati qualora si fosse verificato un contatto con una potenziale infezione.

Nel parco non ci sono solo giostre, ma anche spettacoli e proiezioni che per il momento rimangono chiuse. Chiusa sarà anche Rulantica, il parco acquatico indoor lanciato nel 2019.

lunedì 18 maggio 2020

AUSTRIA: Buone notizie


Buone notizie dall'Austria per le manifestazioni, tra cui anche il mondo circense. Ecco i prossimi step verso le riaperture:

  • Dal 29 maggio 2020: Via libera per gli eventi fino a 100 persone
  • Dal 1° luglio 2020: Permesse le manifestazioni fino a 250 persone
  • Dal 1° agosto 2020: Potranno svolgersi manifestazioni fino a 500 persone, mentre gli eventi fino a 1'000 persone saranno permessi singolarmente dal governo dopo accertamento delle condizione sanitarie e di distanza sociale
Buone notizie dunque per i prossimi mesi, in vista di riaperture del mondo circense austriaco, tra cui anche il Circus Roncalli che dovrebbe debuttare a Vienna il prossimo mese di settembre.