Foto della settimana

Foto della settimana
Cirque Arlette Gruss (F)

domenica 13 agosto 2017

I CLOWN (reportage 2017): Fumagalli


Gianni e Daris Huesca "in borghese"

Fumagalli, nato Natalino Giovanni "Gianni" Huesca il giorno di natale del 1956 a Genova (I). Il papà Enrico, detto Enrichetto, non era un circense: proveniva dall'Austria e trovò lavoro al Circo Liana Nando e Rinaldo Orfei, uno tra i più grandi colossi dei tempi. Il papà di Gianni, così come lo zio Nené, erano clown, mentre la madre Daisy discende dalla famiglia Huesca. Il mestiere del clown risulta dunque essere una tradizione di famiglia.

Gianni e suo fratello Daris, di 4 anni più anziano, iniziarono però la loro carriera come acrobati, istruiti nelle più disparate discipline circensi (mano a mano, bascula, equilibrismo su filo) dal cognato Hans Bruckson, facente parte dei Feller Boys.
I primi ingaggi arrivarono dalla Spagna, dove lavorarono per alcuni anni con Angel Cristo, uno tra i più noti e amati personaggi circensi di allora. Nei seguenti anni furono contattati da diversi complessi, tra cui anche Arnardo in Norvegia, a cui alternavano ingaggi in pantomime nel Regno Unito. In questi spettacoli di pantomima, molto amati nei paese anglosassone, Gianni e Daris poterono sviluppare maggiormente le loro doti acrobatiche, mimiche e comiche.

Nel 1992 erano ingaggiati in Austria da Jacobi Althoff, quando un certo Bernhard Paul arrivò a vederli assieme alla moglie Eliana Larible, sorella di David Larible e cugina di Gianni (gli Huesca sono infatti imparentati con i Larible). Paul cercava un nuovo clown che potesse sostituire Angelo Munoz nel proprio Circo, così lo ingaggiò Gianni: da Roncalli assunse il nome di Fumagalli, preso da quello di suo padre, imparò le lezioni del clown classico anche da Francesco Caroli, uno dei più grandi maestri di clownerie, e proprio Bernhard Paul gli consigliò il suo marchio di fabbrica, la capigliatura a "tre punte".
Il manifesto 2013/2014 del Cirque d'Hiver Bouglione

Di Bernhard Paul fu anche l'idea dei Fumaboys, inizialmente chiamati Taloboys, una ricostruzione di un gruppo di acrobati realmente esistiti. Negli anni lo sketch fu sempre più raffinato, fin tanto che oggi Fumagalli lo porta in tour autonomamente. Curioso è, durante la permanenza a Vienna di Roncalli, l'incontro tra Fumagalli e un anziano signore, uno tra i reali acrobati dei Taloboys, che diede la bonaria benedizione all'idea (descritto nell'intervista pubblicata su Circo.it).

Dopo alcuni anni da Roncalli, Fumagalli e Daris hanno deciso di riproporre un numero già da loro presentato negli ani '80 nelle arene italiane, ovvero "Ape dammi il miele", diventato ormai il cavallo di battaglia di Fumagalli. In Germania il numero fu sviluppato ulteriormente e raffinato, portando in scena anche Zippo (Bernhard Paul) e Francesco Caroli. Lo sketch fu eseguito sulla falsariga di Totò, potendo portare la durata anche a mezz'ora con il pubblico sempre attivo e attento.
L'esperienza da Roncalli si concluse nel 2000, mentre nel 2001 Fumagalli e Daris vinsero il clown d'argento al Festival di Monte-Carlo. In quegli anni arrivarono gli ingaggi presso i grandi circhi come Knie, Cirque d'Hiver Bouglione, Carré Amsterdam, Krone, WeltWeihnachtscircus Stuttgart, Big Apple, Benneweis e Medrano Casertelli. In diversi di questi complessi Fumagalli e Daris tornarono più di una volta, come da Knie nel 2005 e 2010.

Attualmente Fumagalli e Daris sono in tournée in Germania con il Circo Krone, star dello spettacolo "Evolution" dal 2015 con cui riscuotono sempre un grande successo. Gianni è sposato con Angela Fossett, della famosa famiglia circense irlandese, da cui ha tre figli, tra cui Giovanni "Nino" e Nikolay "Niko" Huesca. Nino purtroppo scomparve nel 2013 a causa di una malattia, all'età di soli 27 anni. Fumagalli in quel periodo decise di lasciare il mondo della clownerie, ma fu convinto dagli ingaggi già firmati e dal cugino David Larible a ricominciare, in onore e ricordo propio del figlio Nino, molto amato nell'ambiente circense.

Nel 2015 Fumagalli e Daris tornarono a Monte-Carlo, durante la 39esima edizione del Festival del Circo, dove vinsero il Clown d'oro, divenendo i quarti clown (dopo Rivel, Popov e Larible) a vincere questo prestigioso riconoscimento. Il premio fu dedicato al figlio Nino.
Daris e Fumagalli durante la premiazione a Monte-Carlo nel 2015

Fonte principale:
Fumagalli e Daris in uno dei loro sketch a
"Le plus grand Cabaret du monde"

Prossimo reportage (serie estiva 2017)
Barry Lubin & Rob Torres - domenica 20 agosto 2017

Questo e tutti gli altri Reportage della nostra serie estiva 2017 intitolata "I Clown" è visibile nell'omonima pagina, rintracciabile in alto al nostro sito oppure cliccando QUI!!

Nessun commento: