Foto della settimana

Foto della settimana
Cirque Arlette Gruss (F)

domenica 16 luglio 2017

I CLOWN (reportage 2017): Oleg Popov

Oleg Popov, al secolo Oleg Konstantinovič Popov, nacque il 30 luglio 1930 a Vyrubovo (Russia) è stato un circense e clown russo, ma non solo. Agli inizi della sua carriera fu anche acrobata ed equilibrista, mentre in seguito decise di scegliere la strada del clown. Vista la sua grande carriera e notorietà dentro e fuori al mondo circense fu soprannominato "clown solare".

Oleg non nacque nel mondo circense ma ne fu affascinato fin da piccolo e fece di questo il suo lavoro e la sua arte: suo padre era infatti un orologiaio-riparatore. All'età di 12 anni iniziò l'apprendistato come tipografo presso il quotidiano Pravda, mentre in seguito si iscrisse all'Athletic Club di Pravda, una scuola di ginnastica. Viste le sue abilità proprio lì, nel 1945, gli consigliarono di iscriversi alla Moscow's State College of Circus and Variety Arts, meglio nota come la "Scuola del Circo di Mosca". Accettò il consiglio ed iniziò così la sua vita nel mondo circense.
A Mosca studiò diverse specialità circensi, in particolare l'acrobazia e la giocoleria, laureandosi nel 1949 e debuttando in un Circo presso il complesso "Tbilisi Circus" nel SSR georgiano. Ma la sua strada non fu l'acrobata o il giocoliere, bensì il clown: iniziò a farsi conoscere come clown e comico nel 1951 lavorando presso il Circo di Saratov (città russa) e dal 1955 legò il proprio nome per quasi tutta la sua carriera al notissimo Circo di Mosca (Russia - oggi Cirkus Nikulin), con il quale divenne famoso. Con la carovana del Circo di Moasca dal 1955 iniziò diverse tournée in Europa, in particolare in Polonia, Francia, Belgio e Inghilterra, dove la stampa locale lo notò subito e lo fece diventare una star del mondo circense.

Grazie al suo successo il regime sovietico lo fece diventare "ambasciatore di buona volontà" verso l'estero. Più passarono gli anni e più il pubblico lo conobbe e lo amò, tant'è che nel 1957 fu trasmesso un suo show sulle reti statunitensi in diretta da Mosca, nonché nel 1958 si presentò alla fiera internazionale di Bruxelles. Sempre con il Circo di Mosca si esibì in due tournée negli Stati Uniti d'America nel 1963 e nel 1972, ma con lo stesso complesso girò quasi tutto il mondo: nel 1971 in Austrlia divenne "King of Moomba", nota manifestazione in scena a Melbourne. Le autorità russe decisero nel 1969 di onorarlo del premio "Artista del popolo dell'Unione Sovietica".
Oleg Popov nel 1979

Nelle sue esibizioni quale clown Popov mischiò le sue doti di mimo, equilibrista e giocoliere: anche per questi motivi vinse il Clown d'oro presso l'8° Festival internazionale del Circo di Monte-Carlo nel 1981, come tributo alla sua stellare carriera, secondo pagliaccio a vincere tale premio dopo Charlie Rivel.

All'inizio degli anni '90, alla caduta dell'Unione Sovietica, iniziò un tour con un'unità del Circo di Mosca in Germania dove, qualche tempo dopo, si trasferì definitivamente. Negli ultimi anni della sua vita Oleg era infatti domiciliato nella città di Norimberga (D). Successivamente iniziò ad esibirsi in complessi circensi tedeschi, nonché in Festival, televisione e congressi sempre in Germania. Dopo il decesso nel 1990 della sua prima moglie da cui ebbe la figlia Olga (1953), sposò nel 1991 Gabriela Lehmann, artista circense tedesca di 32 anni più giovane.
Statua dedicata ad Oleg Popov a Tyumen

Oleg Popov si esibì quale pagliaccio per tutta la vita e non andò mai in pensione: nel 2006, all'età di 75 anni, fu invitato quale ospite d'onore all'anniversario del 30° Festival internazionale del Circo di Monte-Carlo nel quale si esibì e ricevette un'ovazione e una standing ovation senza precedenti che rimarrà per sempre nella memoria del Circo.

Nel 2015 tornò nella sua terra, la Russia, dopo ben 28 anni di assenza, per partecipare al "Festival Master Bateam" di Sochi, un'equivalente circense russo della cerimonia degli Oscar. Anche qui fu accolto con una lunga standing ovation e da un messaggio di benvenuto scritto direttamente dal presidente russo Vladimir Putin. Nel dicembre dello stesso anno diventò giudice dello show televisivo "The Blue Bird", una sorta di "Italia's Got Talent", 
Sempre nel 2015, all'età di 85 anni, si esibì per l'ultima volta sotto uno chapiteau: durante la tappa finale della tournée 2015 del Circus Charles Knie a Boblingen/Sindelfingen (D) della durata di 10 giorni divenne la star principale dello show: il riscontro del pubblico fu immenso!

Continuò poi con il proprio show teatrale in tournée per tutta l'Europa: il tour fu però bloccato il 2 novembre 2016 quando Oleg Popov fu ritrovato morto nel suo hotel di Rostov-sul-Don all'età di 84 anni, deceduto presumibilmente per arresto cardiaco.

Nel corso dei suoi oltre 60 anni il clown solare ("The Sunshine Clown") apparve anche in quattro pellicole cinematografiche: Ring of the Braves (1953), Ritzar bez bronya (1966), The Blue Bird (1976) e Ma-ma (1977). Pubblicò inoltre un libro delle sue memorie nel 1967 con una versione inglese pubblicata nel 1970 sotto il nome di "Russian Clown".
Oleg Popov con Hein Rühmann nel 1980 presso il Circus Krone (München-D)

Prossimo reportage (serie estiva 2017):
Dimitri - domenica 23 luglio 2017

Questo e tutti gli altri Reportage della nostra serie estiva 2017 intitolata "I Clown" è visibile nell'omonima pagina, rintracciabile in alto al nostro sito oppure cliccando QUI!!

Nessun commento: